A Sesta Godano (SP) la seconda “Festa della Caccia, Cinofilia e Tradizioni Locali”

0
Festa della Caccia

Festa della CacciaLa sezione comunale di Sesta Godano (provincia della Spezia) della Federazione Italiana della Caccia ha organizzato la seconda edizione della “Festa della caccia, dello sport, della cinofilia e delle tradizioni locali”. L’organizzazione è stata curata anche dalla Federcaccia della Spezia e Migliarina e dal Circolo Cacciatori “Monte Gottero”, senza dimenticare il patrocinio del comune ligure. L’evento si svolgerà nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 giugno e avrà un programma davvero interessante.

Alle 9 di sabato la Festa comincerà con una gara di tiro al piattello e sagoma al cinghiale, seguita da una gara con l’arco e dal tiro libero con carabine di libera vendita. La prima giornata della manifestazione sarà caratterizzata anche dalla dimostrazione del Club del Colombaccio, da quella dell’uso di collari satellitari e da ricerca e dal tiro al piattello laser.

Nella seconda giornata invece, si ripeteranno le varie gare e si darà spazio alla dimostrazione dei falconieri, ballo country e un convegno sulla caccia alle 10:30 dal titolo “Il passato, il presente e il futuro, passando dai risultati ottenuti“. Per tutti ci sarà una zona ristoro, oltre a banchetti per la vendita di prodotti. L’Agenzia Venatoria “Caccia e Avventura” offrirà ricchi premi in omaggio e una parte del ricavato verrà devoluta in beneficenza.

Arci Caccia Abruzzo: “Quanto dobbiamo aspettare ancora la FENAVERI?”

0

Arci Caccia AbruzzoMassimiliano Di Luca, numero uno della sezione regionale dell’Abruzzo dell’Arci Caccia, ha commentato le recenti polemiche sulla caccia che riguardano questioni che hanno poco a che vedere con l’attività venatoria. Secondo il presidente regionale dell’associazione, si continua a “decantare l’unità per non farla“, una situazione che dura ormai da anni e che si è accentuata come non mai negli ultimi giorni. Questo atteggiamento, inoltre, sarebbe stato enfatizzato soprattutto dall’associazione venatoria maggioritaria. La discussione riguarda la FENAVERI nazionale e il suo statuto, il quale è stato redatto in maniera collegiale e che è operativo in diverse regioni italiane.

Di Luca è convinto che l’adozione sia possibile anche in soli dieci minuti: inoltre, Arci Caccia Abruzzo è favorevole ad allargare le relazioni ad altre associazione, una unione senza pregiudizi. Nel comunicato del presidente, però, si sottolinea anche come l’unità non sia un dato di fatto in territorio abruzzese, come si può intuire dalle interpretazioni e dalle polemiche che sono nate in seguito alla riunione del Governatore della Regione con gli Ambiti Territoriali di Caccia, appuntamento riservato soltanto ad alcuni enti.

Arci Caccia si è detta disponibile a collaborare per il bene della caccia e ha ribadito ancora una volta la necessità di un incontro tra i dirigenti delle associazioni che costituiscono la FENAVERI, un incontro da fissare da subito.

Guardie armate a presidio dello stabilimento della Fiocchi Munizioni

0

Fiocchi MunizioniNel corso della serata di ieri, giovedì 25 maggio 2017, alcune guardie armate sono giunte di fronte all’ingresso dello stabilimento della Fiocchi Munizioni a Lecco, destando anche una certa preoccupazione. La task force si è presentata con mitra e giubbotti antiproiettile, con il presidente dell’azienda lombarda, Stefano Fiocchi, che ha deciso di partecipare con uno degli stessi giubbotti. Il presidio, piuttosto massiccio in termini numerici, è durato qualche ora, anche se le motivazioni non sono ben chiare.

In base a quanto è trapelato finora, ci sarebbe stata una segnalazione molto seria in relazione a delle minacce nella zona del Comasco. Come ha specificato il presidente, l’informazione era molto precisa, ma non indirizzata nello specifico alla Fiocchi. Comunque, si è deciso di innalzare il livello di guardia. Il numero uno del gruppo lecchese non ha rilasciato altre dichiarazioni a proposito della serata e delle guardie armate.

L’ipotesi che circola maggiormente è quella di una segnalazione giunta dall’alto, quindi dal Ministero dell’Interno: Fiocchi Munizioni avrebbe quindi tenuto conto della situazione, richiedendo una attenzione maggiore nei confronti dello stabilimento.

A Recoaro Terme (PD) presentazione e raccolta adesioni al Progetto Starna

0

Progetto StarnaIl circolo di Recoaro Terme (provincia di Padova) dell’associazione Arci Caccia ha deciso di organizzare un’assemblea pubblica per la giornata di martedì 30 maggio 2017, con inizio alle ore 20. Si tratta di un appuntamento imperdibile e a cui sono stati invitati tutti i cacciatori, senza distinzione per quel che riguarda l’appartenenza alle varie associazioni venatorie. L’assemblea verrà sfruttata per presentare e raccogliere le adesioni volontarie al cosiddetto “Progetto Starna”.

La sede scelta è quella dell’Oratorio San Giorgio del comune veneto e interverranno Alberto Bosa, tecnico faunistico e responsabile dello stesso progetto, e Giuliano Ezzelini Storti, vicepresidente nazionale dell’Arci Caccia. La storia di questo fasianide in Veneto è piuttosto particolare.

Circa 14 anni fa, infatti, doveva essere considerato virtualmente estinto a causa di una scarsa popolazione selvatica, tra l’altro non in grado di autoriprodursi. I progetti mirati hanno consentito di ottenere risultati soddisfacenti, con nuove covate e un futuro promettente per quel che riguarda i vari comprensori alpini.

Crimea.. Terra di beccacce..

0
caccia_beccaccia_crimea
Magici momenti durante il soggiorno venatorio in Crimea a caccia di beccacce. L’attimo dello sparo.

Ogni Regina ha un castello, e per la “regina del bosco” la Crimea è sicuramente uno dei più ambiti. L’incredibile varietà di ambienti e di situazioni che si possono trovare, rendono questo posto una tra le mete più sognate da ogni cacciatore. Distese di boschi, altopiani e umide valli si incastrano alla perfezione come pezzi di un puzzle per far da scenario alle tue giornate di caccia. Vivi questa magica atmosfera, vieni con noi in Crimea!

La stagione inizia a metà Ottobre e termina a metà Dicembre. La nostra idea di viaggio prevede pacchetti da 4, 5 o 6 giorni di caccia ma possiamo personalizzarli per venire incontro a tutte le tue esigenze! Per tutto il periodo sarà a tua disposizione il responsabile per la caccia a piuma Enrico Zaina, esperto PH che conosce ormai la Crimea alla perfezione. Parti in libertà con solo la voglia di vivere un’esperienza unica, Montefeltro penserà a tutto per te: prenoteremo il biglietto aereo per te e i tuoi cani, ti assisteremo in aeroporto in Italia per aiutarti ad imbarcare armi e cani, sdoganeremo per te le armi  a Mosca e una volta arrivato ti condurremo nell’incantata atmosfera della riserva scelta! A quel punto, non ti resta che goderti a pieno questo magico posto insieme ai tuoi fedeli ausiliari.

La bellezza delle riserve Montefeltro in Crimea colorate d’autunno è paragonabile a pochi posti al mondo..

Un viaggio del genere è un’esperienza unica da vivere almeno una volta nella vita, per poi sognare di ritornare.

Parti per la Crimea con Montefeltro!

Alpen Cup Blaser 2017

0
Alpen-cup-blaser-2017
Un partecipante della ALPEN CUP BLASER , nella posizione appoggiati al palo con tiro a 100m alla volpe.

Si è conclusa la seconda edizione dell’ “ ALPEN CUP BLASER “, manifestazione ideata e voluta da Flavio Formis, con il concorso di BLASER JAGDWAFFEN GMBH e patrocinata dalla JAWAG di Marlengo(BZ), della famiglia Cicolini, importatrice esclusiva dei prodotti a marchio BLASER per l’Italia. Due giornate esaltanti, illuminate dal sole, nonostante le previsioni metereologiche non fossero favorevoli. Una partecipazione oltre ogni aspettativa: n.110 gli iscritti alle tre prove di tiro, su sagome a punteggio rovesciato, in tre diverse posizioni, da seduto, al camoscio con tiro a mt.250, da sdraiato, al capriolo con tiro a mt. 160, in piedi con appoggio al palo, alla volpe con tiro a mt. 100; n. 249 le serie di tiri effettuate; n. 747, complessivamente, i bersagli attinti; n. 2.241 le cartucce di carabina esplose. Un incontro connotato da tre ingredienti essenziali: attenzione alla sicurezza, fervore agonistico e sportività.

alpen_cup_blaser_2017_premiazione
Giulio Agoti, il vincitore della ALPEN CUP BLASER 2017

Gli appassionati partecipanti, non ancora provvisti di un’arma BLASER, hanno avuto l’occasione di testare le quattro carabine messe loro a disposizione: Blaser K95 in cal. 308 Win. con ottica SWAROVSKI Z6i 2.5-15 x 44 BT, Blaser R8 Luxsus in cal. 308 Win. con ottica SWAROVSKI Z6i 2.5-15 x 56 BT, Blaser R8 Professional Success in cal. 6XC con ottica SWAROVSKI Z6i 5-30 x 50 BT, Blaser GRS in cal. 222 Rem. con ottica SWAROVSKI X5i 5-25 X 56. Naturalmente, sotto la supervisione diretta di Flavio Formis, tiratore e istruttore ufficiale BLASER per l’Italia, che ha riservato una particolare attenzione ai requisiti di sicurezza, tipici delle armi con marchio BLASER. Per dovere di cronaca, il primo classificato, Giulio Agoti, ha colto il prestigioso titolo utilizzando, proprio, la carabina Blaser R8 Professional Success in cal. 6XC con ottica SWAROVSKI Z6i 5-30 x 50 BT, preparata da Flavio Formis e con munizionamento dedicato.

Quest’anno i partecipanti hanno potuto provare, anche, i sovrapposti BLASER F3 e F16, in un goliardico approccio di tiro al piattello. Un sincero ringraziamento va esteso agli Sponsor che hanno reso possibile questa manifestazione, oltre a BLASER e JAWAG, SWAROVSKI OPTIK, SHOTHUNT, FIOCCHI, ANUU MIGRATORISTI, TAV VALLE DUPPO e a tutti coloro che, con i premi messi a disposizione, hanno contribuito a implementare il ricavato, messo interamente a disposizione del piccolo Simone. ALPEN CUP BLASER saluta, con piena soddisfazione, l’edizione 2017 con un arrivederci alla prossima ALPEN CUP BLASER 2018, seguiteci su (facebook ALPEN CUP).

Flavio Formis

Sardegna, nel Medio Campidano uno stage dedicato al Retriever Training

0
Retriever da caccia dopo un riporto di anatra selvatica in acqua

Retriever TrainingIl Centro Cinofilo “Mi Fido di Te” ha deciso di organizzare un interessante stage dedicato al Retriever Training. Le lezioni si svolgeranno nel Medio Campidano, per la precisione a Samassi (località Is Trunconis), al chilometro 14 della Strada Statale 293 (direzione Vallermosa), il 3 e 4 giugno prossimi. Il relatore sarà Salvatore Zappavigna, iscritto al Registo degli Addestratori Cinofili dell’ENCI (Addestratori per cani da caccia).

Che cosa verrà approfondito nello specifico? Gli argomenti del corso saranno il rapporto con il Retriever, le qualità di questi cani, l’impiego nelle varie situazioni agonistiche e familiari, il binomio uomo-cane, l’addestramento specifico base e quello avanzato. Il Retriever Training è una disciplina sportiva aperta a tutte le razze Retriever, vale a dire Labrador, Golden, Flat-Cloated, Chesapeake Bay, Curly Coated e Nova Scotia Duck Tolling.

Queste razze sono adatte al lavoro da riporto e soprattutto di grande aiuto all’uomo: l’addestramento avviene tramite l’uso di riportelli, con il cane impegnato a ritrovarli e riportarli al proprietario. In particolare, vengono esaltate alcune caratteristiche di queste razze, linee e cerca in primis.

ATC Biella 1: corso di abilitazione al prelievo di galli forcelli, pernici e lepri

0

ATC Biella 1L’Ambito Territoriale di Caccia Biella 1 ha precisato quali sono le date e i moduli da approfondire per quel che riguarda il corso di abilitazione al prelievo delle specie della tipica fauna alpina (gallo forcello, pernice bianca, coturnice e lepre bianca). Lunedì 5 giugno si approfondirà il fagiano di monte, in particolare l’inquadramento tassonomico, la distribuzione geografica, i metodi di censimento, la valutazione delle ipotesi di prelievo venatorio.

Altri temi da studiare saranno quelli della descrizione morfologica, la predazione, il disturbo causato da attività antropiche, le patologie possibili e i miglioramenti ambientali che possono essere apportati. Per ognuna delle specie menzionate in precedenza si studieranno tutti questi aspetti. Nella parte generale del corso si darà spazio anche alla cova e all’impiego dei cani da ferma, in modo da avere un quadro più esauriente possibile.

Il 10 giugno, poi, sarà la volta dell’uscita sul campo. Si tratta di una escursione organizzata che culminerà nel censimento del fagiano di monte, della pernice bianca oppure della coturnice. In caso di organizzazione nel periodo estivo ci sarebbe stata la possibilità di coinvolgere i cani da ferma nella sessione. Alla sessione estiva si potrà comunque partecipare, ma sempre al di fuori degli orari che sono stati previsti dal corso.

Rassegna venatoria dell’UNCZA nel Bergamasco, ampio dibattito sulla lepre

0

Rassegna venatoria dell'UNCZALa sesta edizione della Rassegna Venatoria Provinciale di Castione della Presolana (Bergamo) ha fatto registrare una buona presenza di pubblico, in particolare nel corso del dibattito dedicato alla lepre, senza dimenticare le scolaresche giunte in mattinata. L’evento è stato organizzati dall’UNCZA (Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi) e ha avuto come altri momenti di spessore le relazioni sui vari Comprensori Alpini e l’esposizione dei trofei di caccia della stagione appena terminata.

Oltre all’associazione venatoria, la rassegna è stata curata dai CA Valle Seriana, Valle Borlezza e Valle di Scalve. L’analisi della lepre è stata di sicuro il momento più atteso della giornata. Sono intervenuti molti lepraioli e hanno potuto apprezzare lo studio del caso della provincia di Piacenza. Tra le personalità presenti si può citare il sindaco di Castione della Presolana e parte della sua giunta. Marco Bonaldi, numero uno dell’UNCZA provinciale, ha incentrato il suo discorso sulla figura del cacciatore, sempre più consapevole della necessità di riscattarsi per fornire alla società una nuova immagine.

Lo studio della lepre è stato caratterizzato soprattutto da relazioni sulla pianura. Il Piacentino può vantare un modello di gestione sostenibile di pratica venatoria, con tanto di ZRC rafforzate e un monitoraggio attento dei predatori. In questa parte dell’Emilia non si introducono lepri d’importazione e controllando i numerosi Ambiti Territoriali di Caccia.

Franchi Challenge. I giovani in gara con FRANCHI! 

0

Il 3 giugno 2017, durante il Game Fair di Grosseto, FRANCHI organizza una gara di tiro all’elica riservata ai ragazzi dai 16 ai 20 anni. In premio un bellissimo fucile Franchi Affinity One.

Per partecipare basta compilare il form sul sito istituzionale  all’indirizzo web http://www.franchi.com/franchi-challenge/, oppure inviare un messaggio privato sulla pagina www.facebook.com/FranchiFeelsRight/.

Ma i vantaggi nell’iscriversi alla gara all’elica organizzata dal team Franchi non finiscono qui, infatti compilando il modulo d’iscrizione, riceverai subito un’email di conferma, stampala e portala con te all’evento, avrai diritto a un ingresso ridotto a € 10 invece che € 13.

CLICCA SULLA LOCANDINA E ISCRIVITI SUBITO

Franchi-Challenge-Game-Fair-2017

 

In bocca al lupo!!