A caccia in brughiera con il Basset Fauve de Bretagne

0

A caccia in brughiera con il Basset Fauve de BretagneQuesta razza francese, molto popolare nel suo paese d’origine, ma poco conosciuta al di fuori dei confini nazionali, si presta in maniera eccellente alla caccia per la piccola selvaggina, come lepri e conigli. Tenace e molto resistente alla fatica ed a condizioni atmosferiche proibitive, il Basset Fauve de Bretagne ha riscontrato un notevole successo in ambito venatorio in Francia.

Il Basset Fauve de Bretagne appartiene al Gruppo 6 dei segugi e cani per pista di sangue, secondo la Classificazione F.C.I.:.
Il suo paese di origine è la Francia, ma non si sa con certezza l’epoca nella quale sono iniziate le prime selezioni della razza.

Per certo si conosce il suo antenato, il “Grand Fauve de Bretagne”, ormai completamente scomparso e sostituito dal “Griffon Fauve”. Durante i secoli, il Basset Fauve de Bretagne appartiene ha conosciuto numerosi incroci, in particolare con il “Bassetto Vendeano”: a dimostrazione di questa tesi vi è il fatto che in Francia, ancora oggi, si possono trovare dei Vendeani con la testa dei fulvi Bretoni. Questa razza, però, nei suoi caratteri fondamentali somiglia alla razza da cui proviene. La sua selezione è stata incentrata per creare una razza particolarmente adatta per la caccia alla piccola selvaggina, diventando molto apprezzata in Francia per le sue qualità in ambito venatorio. Molto popolare nel suo paese, la regione che registra il più alto numero di esemplari è la Bretagna. Il suo utilizzo è rivolto essenzialmente alla lepre ed ai conigli. È un segugio tenace, vigoroso e resistente, principalmente adatto alla caccia in altipiano tra le brughiere ed i roveti. Il  Basset Fauve de Bretagne si è guadagnato anche un buon posto come cane da compagnia, anche se al di fuori della Francia non ha trovato le simpatie che invece si merita.

Basset Fauve de BretagneE’ cane di piccola taglia e mole, anacolimorfo aberrante Bassotto, dolicocefalo. Considerato un braccoide nella sua classificazione morfologica, per molti aspetti somatici e morfologici del corpo ricorda la razza da cui deriva, il Bassetto Vendeano. Questa razza da il meglio di se nelle aree in cui la vegetazione è prevalentemente costituita da forre e roveti. Nonostante la sua piccola taglia, il Basset Fauve de Bretagne  è un cane velocissimo e molto resistente alla fatica.

Dotato di gran temperamento e di grande vivacità, è una razza abbastanza ubbidiente e molto legata al padrone ed alla sua famiglia. Al di fuori dell’ambito venatorio, questo Basset risulta avere aspetti caratteriali che ricordano molto il comportamento dei cani da compagnia. Essendo molto allegro e gioviale, si dimostra molto soddisfatto se riesce ad eseguire i comandi impartiti dal padrone. Come per tutti i cani da caccia, il Basset Fauve de Bretagne  È esprime tutta la sua gioia se viene portato in zone nuove e se viene portato a fare lunghe passeggiate, durante le quali fiuta ogni traccia di suo interesse con metodo ed accuratezza. Questa razza non presenta particolari problemi fisici o predisposizione alle malattie, essendo molto resistente e rustico.

L’altezza, sia per i maschi che per le femmine, è compresa tra i 32 cm ed i 36 cm, per un peso che si aggira tra i 16 ed i 18 kg. Il torace è largo e allo stesso tempo abbastanza disceso, con le coste leggermente cerchiate in tutta la loro lunghezza. Il dorso è lungo, senza eccessi, e si presenta meno lungo che nelle altre razze simili. Il rene è largo, sostenuto e ben muscoloso, mentre i fianchi sono pieni. Il cranio ha una lunghezza media, andando ad assottigliarsi va diminuendo fino al livello delle arcate sopraccigliari. Il tartufo nero è ben scuro, presentando narici bene aperte.
Basset Fauve de Bretagne

la dentatura è completa nello sviluppo e nel numero. Il collo è alquanto corto e muscoloso. Le orecchie sono fini al loro attacco e si trovano al livello della linea degli occhi, quest’ultimi non troppo bassi, di una lunghezza media, e raggiungono a mala pena la punta del muso. Esse terminano a forma di punta e sono ricoperte di un pelo più fine di quello presente sul corpo. Gli occhi sono scuri e denotano dolcezza e vivacità. Gli arti sono dritti e forti, con piedi secchi, chiusi e duri. Quelli posteriori presentano cosce ben muscolose, mentre le anche sono ben evidenti. I garretti sono forti, larghi e moderatamente angolati. L’andatura del Basset Fauve de Bretagne  è abbastanza vivace e rapida, grazie alla sua muscolatura ben sviluppata in tutto il corpo, soprattutto negli arti posteriori. La coda, grossa alla base, viene portata leggermente “a falce”, non molto lunga e affilata in punta. Il pelo è molto duro, denso, non lungo, pressoché raso, piatto, mai lanoso, garantendo a questa razza tutta la resistenza agli agenti atmosferici più difficili.

La colorazione standard del Basset Fauve de Bretagne è il frumento dorato o fulvo, ed in alcuni esemplari si può riscontrare una macchia bianca al petto o al collo. Questa razza, al di fuori della Francia, non è molto conosciuta ed utilizzata in ambito venatorio, ma nel suo paese viene considerata come una delle migliori per la caccia alla piccola selvaggina.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO