Beretta DT11 Black Edition skeet

Una breve panoramica su questa ultima variante del sovrapposto da competizione di maggior levatura a cui sono stati apportati aggiornamenti tanto poco visibili quanto interessanti e funzionali per migliorare ulteriormente le qualità di questo fucile e la sua adattabilità al tiratore

0
Il fucile scomposto e inserito nella valigetta di trasporto fornita con l’arma

Grazie alla cortesia della Beretta SpA abbiamo potuto provare al campo di tiro a volo di Bettolino (BS) l’edizione ultima del sovrapposto DT11 da skeet denominato Black Edition: un aggiornamento non solo estetico per fornire ai tiratori un fucile sempre più prestante. La calciatura è ricavata da noce di grado 3, con dorso regolabile e calciolo Microcore antirinculo e antiscivolo, l’impugnatura a pistola presenta una marcata arcuatura e l’ingrossamento nella parte destra mentre l’asta arrotondata reca le profilature longitudinali.

Si sono alleggerite a soli 1.340 g le canne da 76 cm grazie all’accorciamento delle bindelle laterali e all’adozione della bindella superiore in carbonio: con questo materiale è costruito anche l’insieme estraibile formato da ponticello e pareti del gruppo di scatto riducendone il peso. Il fine è di consentire al tiratore di trovare la giusta bilanciatura senza avere un fucile troppo greve: al B-Fast Balance inserito nel calcio si aggiungono ora dei piccoli pesi da applicare sulle porzioni di bindelle laterali nascoste dall’asta: sono previsti 6 blocchetti da 5 g e 6 da 10 g: due pioli in ogni blocchetto si inseriscono in appositi fori delle semibindelle impedendo scostamenti longitudinali e una calamita mantiene l’aderenza alla sede. Sono previsti pesi diversi acquistabili separatamente. Posto che le componenti metalliche sono tutte scure si è volta l’attenzione ai particolari opacizzando la brunitura delle parti superiori del fucile, compresa la chiave, e realizzando la puntinatura antiriflesso dei seni di bascula: i bordi dei rinforzi laterali, i coperchi dei semiperni, i nastri sul dorso vengono per contro lucidati non inficiando la visuale del tiratore e creando un eccellente effetto estetico.

Le canne Steelium Pro e gli strozzatori Optima Choke High Performance si pongono ai vertici della specifica tecnologia: varia radicalmente la foratura e diamo un rapporto numerico percentuale sulla lunghezza delle porzioni rispetto alla misura totale delle canne paragonando le Optima Bore di un DT10 Sporting alle Steelium Pro del DT11 in esame. Nel primo si ha un cono a decisa pendenza che vale il 10%, una sezione cilindrica che copre il 78,5% e lo strozzatore con l’11,5%; nel secondo si trova un cortissimo cono iniziale che marca un 3,1%, un lungo cono a pendenza molto sfumata che copre il 71,5%, una ridotta porzione cilindrica pari al 14,6% e un 10,8% per lo strozzatore. Intuibile come il colpo d’ariete, la spinta del rinculo e la costrizione dei pallini siano ridotti al minimo con miglior padronanza del fucile e rosate con maggior densità, ben distribuite e senza pallini vaganti, con incremento della velocità e della portata utile.

Scheda tecnica:
Costruttore: Fabbrica d’Armi Pietro Beretta S.P.A. – via Pietro Beretta, 18 – 25063 Gardone VT (BS) – Tel. 030 83411 – Fax 030 8341399 – www.beretta.com
Modello: DT11 Black Edition skeet
Tipo: fucile da skeet a due canne lisce sovrapposte
Calibro: 12/70
Funzionamento: canne basculanti
Bascula: in acciaio legato lavorato all’utensile
Batterie: corte con molle a V
Tenute e chiusure: semiperni e orecchioni – spallature al profilo superiore dei fianchi di bascula con tasselli di contrasto sostituibili – due mensole nella culatta con traversino comandato dalla chiave
Canne: Steelium Pro lunghe 76 cm – giunzione con monobloc di culatta e saldatura a Castolin
Strozzatori: mobili Optima Choke HP
Congegno di scatto: pacchetto staccabile fissato al ponticello e realizzato in carbonio – scatti diretti con monogrillo – grilletto su cursore regolabile
Estrattori/eiettori: automatici con meccanica inserita nel monobloc
Linea di mira: bindella piana in carbonio da 10 mm ventilata ombreggiata – mirino in ottone
Sicura: a tasto sulla codetta superiore di bascula
Calciatura: in due pezzi – legni di noce di classe 3 con finitura a olio – impugnatura a pistola e asta sagomata – calciolo Microcore in gomma nera –
Finiture: finitura opaca delle parti superiori della bascula – bordi dei rinforzi laterali, coperchietti semiperni, nastri al dorso lucidati a specchio – canne con brunitura semiopaca
Peso: 3.420 g ± 100 g

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO