Caccia e Territorio: Toscana, miglioramento ambientale, biodiversità, multifunzionalità agricola

0

Toscana - Caccia - Venatoria - Territorio - FaunaCaccia e Territorio: la Regione Toscana presenta un progetto territoriale per il “miglioramento ambientale a fini faunistici e multifunzionalità delle aziende agricole.”

Si svolgerà il 15 maggio, alle 9.30, a Firenze un convegno per presentare un nuovo progetto territoriale in tema di “Interventi di miglioramento ambientale a fini faunistici e multifunzionalità delle aziende agricole. Inquadramento della normativa nella Regione Toscana”. L’incontro si terrà a Villa Demidoff, Parco Mediceo di Pratolino, Vaglia – FI. Si tratta di un nuovo progetto per la riqualificazione ambientale ai fini faunistici che coinvolge, oltre alla Regione Toscana alche le Province di Firenze e Pistoia, l’Ambito Territoriale di Caccia 5 di Firenze, l’ATC 16 di Pistoia e l’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Moderatore del convegno sarà il Dirigente la Regione Toscana, Paolo Banti, e tra i relatori del Progetto ci saranno il Dirigente la Provincia di Firenze, Gennaro Giliberti nonché Marco Genghini, dell’ISPRA.

Di seguito pubblichiamo il programma del convegno:

Ore 9,30 Registrazione partecipanti
Ore 9,40 Apertura dei lavori
Ore 9,50 Indirizzo di Saluto: Provincia di Firenze, Provincia di Pistoia

RELAZIONI

Ore 10,00. Introduzione. Gennaro Giliberti. Dirigente Provincia di Firenze.
Ore 10,15. Presentazione dei risultati del Progetto Territoriale: “Interventi di miglioramento ambientale a fini faunistici e multifunzionalità delle aziende agricole. Inquadramento della normativa nella Regione Toscana”. Marco Genghini, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).
Ore 10,45. L’indagine, i questionari e gli incontri sul territorio. Sara Innocenti. Agr.
libera professionista.
Ore 11,05. Le A.P. e le convenzioni con le aziende agricole, il caso della Provincia di
Pistoia. Silvia Masi e Marco Ferretti. Provincia di Pistoia, Servizio Agricoltura, Patrimonio
Naturale ed Ittio-faunistico, Gestione Aree protette.
Ore 11,30. Gli ATC i bandi e le convenzioni. Il caso degli Ambiti Territoriali di Caccia
FI 5 e PT 16. Stefania Porrini, Direttore dell’ATC FI 5 e Lorenzo Vagaggini, Direttore
dell’ATC PT 16.
Ore 12,00. Un esempio di convivenza tra fauna selvatica e produzioni agricole di
pregio. Andrea Capaccioli. Tecnico agro-faunista dell’ATC FI 5.
Ore 12,15. Le aree protette e la multifunzionalità: il caso dell’Oasi di Protezione
Dynamo. Antonella Grazzini. Biologa, incaricata della gestione ambientale e scientifica
dell’Oasi Dynamo.
Ore 12,30. Interventi e discussione.
Ore 13,00. Conclusione dei lavori.

Ai convenuti sarà distribuita una copia della pubblicazione: “Multifunzionalità agricola, biodiversità e fauna selvatica. Indagine e proposte di miglioramento della normativa partendo dalla Regione Toscana”.

Con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Firenze. Ai partecipanti saranno attribuiti CFU in base al regolamento per la formazione professionale permanente dei Dotori Agronomi e Forestali.

13 maggio 2013

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO