Una caccia con i Fiocchi

Abbiamo provato alcune cartucce da caccia Fiocchi con i due campioni di tiro a volo Daniele Di Spigno e Mauro De Filippis.

0
Uno splendido SO Beretta con due beccacce tirate con Fiocchi Dispersante
Fagiani-con-le-Fiocchi-HP-del-20,-Golden-Pheasant-e-JK6-del-12
Fagiani con le Fiocchi HP del 20, Golden Pheasant e JK6 del 12

Come ogni anno sono stato invitato a caccia in Inghilterra dall’amico Vittorio Marzotto insieme ad alcuni tiratori delle Fiamme Oro, oltre a Benedetto Barberini e Claudio Fanfarillo artigiano ed egregio costruttore di fucili da caccia e tiro.

La caccia si è svolta secondo la tradizione inglese con piccoli drive su selvaggina mista, principalmente fagiani ma anche pernici, anatre, colombi e beccacce.

Naturalmente vento, acqua e nevischio hanno allietato la tre giornate di caccia nelle verdi campagne del Suffolk, ma si sa in Inghilterra questo clima è nella norma ed eravamo ben equipaggiati.

Mauro De Filippis e Daniele Di Spigno avevano fatto pervenire presso il nostro ospite un buon quantitativo di cartucce Fiocchi da caccia, che abbiamo provato volentieri.

Mauro-de-Filippis-con-le-Fiocchi-Steel-Shot
Mauro de Filippis con le Fiocchi Steel Shot del 12

Il primo giorno, considerando che ci trovavamo in una zona dove generalmente i tiri sono abbondantemente oltre i trenta metri abbiamo usato con i calibro 12 le JK6 da 34 g e le classiche Golden Pheasant da 32 g con lunghezza bossolo di 67 mm, perciò adatte anche ai vecchi fucili inglesi, mentre per il 20 la scelta è caduta sulle HP da 30g.

Mauro che ha tirato con le JK6 dice “nonostante le condizioni meteo non siano ottimali la Jk6 si dimostra all’altezza della sua fama, una cartuccia molto morbida e nello stesso tempo veloce. Rosata abbastanza stretta quindi la consiglio per tiri non troppo ravvicinati” mentre Daniele ha scelto le Golden Pheasant trovandole morbide e veloci, con abbattimenti sempre puliti e un germano, che ha avuto la sfortuna di passargli sopra durante un drive, staccato veramente dalle stelle con applauso di tutti i cacciatori presenti. Personalmente avevo optato per un vecchio Franchi Condor cal. 20 e utilizzavo le HP, sicuramente cartucce molto performanti, forse più adatte a un sovrapposto che a una doppiettina, ma mi hanno permesso alcune belle fucilate e naturalmente qualche immancabile padella, anche se non credo dipendano dalle cartucce…

Daniele-Di-Spigno-con-le-Fiocchi-HP
Daniele Di Spigno con le Fiocchi HP del 12

Il secondo giorno abbiamo dedicato la mattinata alle anatre, l’azienda si trova lungo un fiume e i terreni sono particolarmente umidi con la presenza diversi laghetti, alcuni nel bosco altri in zone più aperte, su di ognuno sono presenti, ben mimetizzati, alcuni capanni, disposti per essere utilizzati con le diverse direzioni del vento. Di questa stagione ricchi di alzavole germani ma con la presenza anche di alcune canapiglie, fischioni e oche. In questo caso tutti abbiamo utilizzato i semiautomatici, Beretta, Franchi e Benelli esclusivamente con le Steel Shot da 32 g piombo n. 3, in Inghilterra, nella caccia agli acquatici è vietato il piombo. Senza dubbio l’acciaio non permette tiri esasperati, ma entro i 35 metri si sono dimostrate delle ottime cartucce, con abbattimenti puliti anche sui germani che sono notoriamente coriacei. Nei tiri in acqua, per finire le inevitabili anatre cadute ancora vive, succede anche con il piombo, abbiamo apprezzato delle rosate omogenee a differenza delle vecchie cartucce in acciaio che spesso evidenziavano notevoli “buchi”.

L’ultimo giorno si sono svolti quattro drive misti, dove oltre alle cartucce sopra citate abbiamo provato anche le dispersanti, per il calibro 12 le Traditional Dispersanti da 34 grammi e borra feltro mentre per il calibro 20 le Beccaccia da 28 grammi anch’esse con borra feltro. Poi per tiri più sforzati, specialmente ai colombi abbiamo optato per le potenti HP 37 grammi cal. 12 con borra PLC. Le dispersanti in entrambi i calibri si sono dimostrate subito ottime di prima canna, specialmente per chi è capitato nelle poste “strette” nel bosco, dove sono uscite svariate beccacce che sfalchettavano fra gli alberi, mentre micidiali le HP 37 grammi anche sui colombi più alti.

SO-Beretta-con-due-beccacce-tirate-con-Fiocchi-Dispersante
Uno splendido SO Beretta con due beccacce tirate con Fiocchi Dispersante

Sono stati tre giorni di caccia con cacciatori e veri sportivi, con la sempre eccezionale ospitalità di Vittorio, il tutto all’insegna di una bellissima caccia, con selvaggina “vera”, dove si apprezza più la qualità che la quantità, anche se quest’ultima è stata di tutto rilievo. Naturalmente con una simile compagnia, considerando che la domenica nel Regno Unito non si caccia, siamo finiti per confrontarci sulle pedane del percorso itinerante del High Lodge Leisure del famoso campione di Sporting, John Bidwell. La nostra attenzione è stata subito focalizzata sulla “Torre”, un traliccio da cui partivano dei piattelli oltre i 50 metri che hanno messo a dura prova anche i nostri campioni.

In Inghilterra si ha modo di apprezzare quale ritorno può dare una corretta gestione venatoria di tipo privatistico, durante i nostri spostamenti in auto, ovunque si possono notare fagiani e pernici oltre agli immancabili colombacci, questo poiché la selvaggina rappresenta un importante fonte di reddito per le aziende agricole e ognuna cerca di gestire nel modo migliore. Abbondanti lanci a primavera, con voliere a cielo aperto, lotta ai nocivi, coltivazioni a perdere, siepi per dare protezione dai predatori alati, conservazione del territorio, il tutto genera posti di lavoro e un ritorno economico importante per tutta la zona. Anche i cacciatori ne ricevano giovamento, la selvaggina è sempre abbondante e di qualità, certo non è gratuita, ma fra associazioni di cacciatori e organizzazioni varie, tutti gli appassionati riescono a ricavarsi un loro spazio. Qui il Cacciatore è visto come una figura indispensabile al mondo rurale, pertanto rispettato e non additato come un assassino, come spesso accade da noi.

Forse dovremmo incominciare a prendere esempio dagli altri paesi europei e incominciare a valorizzare la caccia e considerarla una risorsa e non più come un problema o un patrimonio da prelevare.

Caratteristiche Cartucce Fiocchi Utilizzate:

  • Golden Pheasant

Borra: plastica

Bossolo: 12/67

Piombo: 32 g

Pallini: n. 6

Velocità 390 m/s

Pressione: 680 bar

  • JK6  34

Borra: plastica

Bossolo: 12/70

Piombo: 34 g

Pallini: n. 5

Velocità 400 m/s

Pressione: 650 bar

  • Traditional Beccaccia 28 Dispersante

Borra: feltro

Bossolo: 20/70

Piombo: 28 g schiacciato

Pallini: n. 7

Velocità: 405 m/s

Pressione: 920 Bar

  • Traditional 34 Borra Feltro

Borra: feltro

Piombo: 34 g

Pallini: n. 6

Velocità: 380 m/s

Pressione: 640 Bar

  • 20 HP

Borra: plastica

Piombo: 30 g

Pallini: n. 5

Velocità: 410 m/s

Pressione: 930 Bar

  • 37 HP

Borra: plastica

Piombo: 37 g

Pallini: n. 5

Velocità: 400 m/s

Pressione: 700 Bar

  • Steel Shot da 32

Borra: plastica per acciaio

Pallini: 32 g acciaio

Pallini: n. 3

Velocità: 410 m/s

Pressione: 830 Bar

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO