CACCIA : I requisiti per l’esercizio venatorio

0

L’esercizio dell’attività venatoria secondo quanto disposto dalla normativa nazionale 157/92 può essere effettuato a seguito del conseguimento della licenza di porto di fucile per uso caccia, attestato che si ottiene dopo aver sostenuto e superato l’esame di abilitazione all’esercizio venatorio.

 

   Tale esame abbraccia discipline relative a:

 

  • Normative venatorie
  • Normative di tutela della fauna e dell’ambiente
  • Conoscenza della fauna e di alcune nozioni di zoologia
  • Riconoscimento della fauna selvatica
  • Uso, smontaggio e utilizzo in sicurezza delle armi da fuoco
  • Elementi di pronto soccorso
  • Elementi di lotta agli incendi
  • Elementi di allevamento della fauna selvatica omeoterma

Per ottenere l’accesso all’esame il candidato deve produrre domanda in bollo (Euro 14,62) al Presidente della Provincia e predisporre i seguenti documenti:  

  • Certificato di residenza
  • Certificato medico di idoneità psico fisica al porto delle armi rilasciato dalla ASL di competenza o da altro organo sanitario designato quale per esempio medici militari o appartenenti alla Polizia di Stato. Il certificato non deve avere data antecedente superiore a tre mesi.

L’esame è sostenuto dinanzi ad una Commissione nominata dall’Amministrazione Provinciale e occorre:  

  • Sostenere positivamente una prova scritta a quiz
  • Sostenere positivamente una prova orale con colloquio con i membri della Commissione esaminatrice

Il candidato che non supera la prova d’esame potrà sempre ripresentare la domanda e ripetere l’esame successivamente

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO