Cani da seguita. La scelta del nuovo segugio da caccia

0

Cani da caccia: Le opzioni sono poche ma molto diverse fra loro: meglio un cucciolo proveniente direttamente da casa propria, meglio un cucciolone svezzato, un cane adulto già addestrato o un segugio anziano? Non esiste la decisione giusta in assoluto, esiste però la decisione giusta per te. Vediamo come prenderla senza pentirsene.

Quando ci si rende conto che nella propria muta manga un segugio inizia la ricerca e il più delle volte scegliere l’animale giusto è un po’ come fare terno al lotto: un’impressa quasi impossibile. Questo perché non si prendono in considerazione, razionalmente, tutte le possibilità. Se ti stai chiedendo quali siano eccole qui.

Una nidiata di segugi

Chi ha una femmina a disposizione può prendere questa opzione in considerazione, a patto che si siano prima fatte delle importantissime considerazioni. Le più importanti sono tutte relative alla fattrice e al suo bagaglio genetico. Abbandona i sentimentalismi e guarda la realtà in faccia: le potenzialità della femmina devono essere prese in considerazione in maniera il più possibile oggettiva.

Se questa ha dei difetti evidenti è bene mettere da parte il proposito, ma se la nostra cagnolona è non solo capace in campo, ma possiede anche antenati illustri, quella della riproduzione in casa è una soluzione molto interessante. Ricorda inoltre che per mandare in riproduzione una femmina è indispensabile un buon maschio: quelli che hai in casa non sono sempre la risposta giusta, per quanto economica. In alcuni casi sarebbe bene investire puntando su un esemplare a cinque stelle.

 

 

Nidiata casereccia: i pro

  • Passaggio alla nidiata di ottimi geni, ben conosciuti e sperimentati sul campo.
  • Il fascino di seguire dall’inizio una propria nidiata con la creazione di un legame affettivo che sarà importante durante la caccia.

Nidiata casereccia: i contro

  • L’impegno che richiede al cacciatore da una nidiata di cuccioli.
  • La lontananza della fattrice per parecchi mesi dall’attività venatoria.
  • I costi anche ingenti per trovare il giusto maschio con il quale mandare in riproduzione la femmina.
  • Cuccioli in eccedenza di difficile gestione.

Cuccioli svezzati
Acquistare un cucciolone già avviato e svezzato da un allevatore o da un privato può dimostrarsi una soluzione interessante, specie se non si ha la possibilità né la volontà di una riproduzione casalinga. Qualora tu stia riflettendo su questa possibilità il consiglio è quello di puntare tutto sulla genealogia dell’animale per non incappare in tristi sorprese.
Il cucciolone di casa: i pro
La possibilità di addestrare personalmente il proprio cucciolone senza aver seguito fin dalla nascita l’animale. In questo modo si potrà plasmare il segugio secondo le proprie necessità, creando un rapporto e un legame di fiducia e stima reciproca.
E’ possibile aggiudicarsi un cane capace ad un costo economico nel caso in cui si punti più alle qualità venatorie dell’animale che a quelle morfologiche.
Il cucciolone di casa: i contro
Occorrono dei mesi prima che il cucciolone possa essere utilizzato durante la caccia. Questo dovrà essere addestrato e non tutti sono in grado di farlo.
L’incognita rappresentata dall’animale che crescendo potrebbe presentare alcune lacune tali da renderlo invalido come segugio. Anche un occhio particolarmente esperto infatti ha grossa difficoltà nel riconoscere tutti i particolari di un animale che ha soli 90 giorni di vita.
Cani adulti e addestrati
Questa è la soluzione più rapida e sicura sulla quale puntare. Un cane adulto, ben addestrato è un soggetto fin da subito pronto alla caccia; questo riduce notevolmente le incognite e le perdite di tempo. Chi sta pensando a questa soluzione dovrà concentrarsi sulle caratteristiche dell’animale prima di procedere nell’acquisto. Trattandosi di un cane adulto infatti è piuttosto semplice notare le eccellenze o le eventuali lacune.
Cani di pronta caccia: i pro

  • Possono essere impiegati fin da subito.
  • E’ facile scegliere l’esemplare meglio dotato.

Cani di pronta caccia: i contro

  • Si tratta di un’opzione piuttosto costosa: un animale completo in tutte le fasi di caccia può arrivare a costare quasi quanto una macchina. Non si tratta dunque di una scelta per tutte le tasche.

Il cane anziano e in affitto
Per concludere ecco altre due soluzioni da non sottovalutare. Il cane anziano è ad esempio una possibilità economica e piuttosto intelligente se serve un segugio subito e non si intende spendere né troppo denaro né troppa fatica. Avrà pochi anni di caccia a disposizione, ma lo puoi mettere subito nel gruppo e regalerà tutta la sua esperienza ai giovani cuccioloni che possiedi. Il cane in affitto è un’altra soluzione da non sottovalutare, specie se ti trovi temporaneamente sprovvisto di un segugio. Esistono infatti parecchi proprietari che dopo aver addestrato il proprio animale lo mettono a disposizione di chi ne ha necessità. Se stai pensando che questa sia una soluzione adatta al tuo caso ricorda che è importante non affezionarsi all’animale, un anno di caccia passa presto e l’anno successivo il cane dovrà tornare dal legittimo proprietario.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


*