giovedì, 24 luglio 2014

Caccia: Ultimo Aggiornamento01:03:35 PM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Caccia ai dinosauri, ignoranza animalista e bracconaggio preistorico

Jurassic Park - Steven Spielberg con TriceratopoCaccia ai dinosauri, la dilagante ignoranza dell’animalista ad ogni costo non ha confini di spazio e di tempo e riesce ad andare indietro fino alla preistoria credendo senza alcun dubbio al bracconaggio preistorico.

L’animalismo da scrivania ad ogni costo e l’odio dissennato per la caccia ed il mondo venatorio in genere acceca talvolta i propri seguaci ma a questo diciamo pure di essere ormai abituati; anche all’ignoranza sulla fauna, generalmente propria della maggioranza degli animalisti da scrivania, siamo ormai abituati ma a quanto pare questa ignoranza può addirittura varcare i limiti dello spazio e del tempo.


Accade così che l’animalista da scrivania, quello “attivo” su social network seduto alla scrivania di casa sua o sdraiato sul divano, insorge contro il cacciatore rovesciandogli addosso tutto il proprio odio per aver posato in una foto con l’animale appena abbattuto: un “rarissimo” esemplare femmina di Triceratopo (Triceratops horridus). Peccato però che questo animale sia una specie di dinosauro, quadrupede ed erbivoro, vissuta nel tardo Cretaceo in Nord America, lungo fino a 8-9 metri, alto 3 metri, con un peso compreso tra 6 e 12 tonnellate, dotato di tre grossi corni molto somigliante all’odierno rinoceronte; davvero uno splendido animale se non fosse che... “udite udite”… è purtroppo estinto da circa 65 milioni di anni insieme a tutti gli altri dinosauri.

 

Si potrebbe facilmente capire, volendo anche giustificare, l’ignoranza nel distinguere un Merlo da uno Storno, un bufalo africano da una bufala da latte della Piana del Sele, ma come si può non riconoscere un Triceratopo che, insieme al Tirannosauro, è di sicuro uno dei dinosauri più famosi e conosciuti anche dai più piccoli. Si potrebbe ancora giustificare l’ignoranza di uno solo o pochissimi individui ma non si può certo giustificare l’ignoranza dilagante di quasi diecimila pseudo-animalisti che si sono scagliati contro l’infame “cacciatore” per aver assassinato una “creatura indifesa”.

Ancora più assurda diventa la vicenda quando a posare nella “sconcertante” foto con il dinosauro non è altri che il famoso regista statunitense Steven Spielberg e che l’animale “abbattuto” dietro di lui altro non è che un sofisticato robot meccanico facente parte degli effetti speciali utilizzati per le scene del film Jurassic Park del 1993. Nel film i protagonisti ritrovavano una femmina di Triceratopo ammalata per aver ingerito delle bacche velenose e cercavano di aiutarla insieme ai Guardiaparco e al veterinario del parco preistorico; quindi nemmeno nel film il dinosauro veniva abbattuto.

Jurassic Park - Scena del Triceratopo

Insomma nulla di quanto immortalato nella foto postata su Facebook avrebbe dovuto mai suscitare le ire degli animalisti e l’uragano di proteste seguite da una bufera di commenti offensivi contro l’improvvisato “bracconiere preistorico” Steven Spielberg. La foto in questione era stata postata su Facebook da un tale Jay Branscomb con l’intento di commentare ironicamente la decisione dei moderatori del social network di cancellare gli scatti di Kendall Jones, una cheerleader texana di 19 anni con la passione per la caccia che si era fatta fotografare davanti ai suoi trofei da safari africano quali leoni, leopardi, rinoceronti ed elefanti abbattuti realmente o solo addormentati con munizioni soporifere.

Anche la didascalia della foto con Spielberg voleva essere puramente ironica “Vergognosa foto di un cacciatore amatoriale in posa vicino ad un Triceratopo che ha appena ucciso. Per favore condividete così che il mondo possa dargli un nome e possa far vergognare quest'uomo spregevole”. La risposta degli utenti di Facebook non si è fatta attendere ed in massa gli animalisti da scrivania sono insorti, con poco senso dell’umorismo, condividendo la foto sulle proprie pagine più di 43mila volte e lasciandosi andare a commenti dispregiativi ed offensivi di ogni genere, quasi 12mila sono i commenti totali.

La maggior parte dei commenti sembra di tono sarcastico ma molti hanno un inquietante tono di autenticità, autentica ignoranza con la quale condannano il “malvagio cacciatore” incuranti del fatto che si trattasse del set di un film e che i dinosauri sono ormai estinti. Alcuni hanno addirittura definito Spielberg come un assassino, un killer di animali ed altri appellativi ingiuriosi giurando indignati che non avrebbero mai più visto un suo film.

Qualcuno degli utenti si è sentito in dovere di stemperare gli animi provando a spigare, “Ma questo è Steven Spielberg, il regista di Jurassic Park!”, ma immediata è stata la risposta dell’ignorante animalista imbruttito, “Non m’importa chi è. Non avrebbe dovuto uccidere questo animale!”; un altro poi ha scritto, “Disgustoso. Scommetto che si è tenuto solo le corna!”. Sarebbe consigliabile per questi pseudo animalisti dovrebbero alzarsi dalla sedia e fare un bel giro in campagna o in un bosco, imparerebbero qualcosa di più che “leggere” la Natura e l’ambiente su internet; non guasterebbe nemmeno qualche lettura più istruttiva sull’evoluzione della Terra e dei suoi abitanti siano essi animali, piante e uomini... ma forse avrebbero da dissentire anche sul fatto che i primi uomini cacciavano!

22 luglio 2014

 

© Riproduzione Riservata

Caccia: Veneto, Stival scrive al Governo su richiami vivi

Daniele Stival - VenetoCaccia: Veneto, Stival scrive a Renzi, Galletti e Martina su richiami vivi; “modificare decreto in itinere o non si risolve la procedura europea d’infrazione”.

L’Assessore regionale alla Caccia del Veneto, Daniele Stival, ha inviato al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi e ai Ministri dell’Ambiente, Gianluca Galletti e dell’agricoltura, Maurizio Martina, chiedendo di voler “promuovere con urgenza ogni possibile approfondimento una modifica dell’articolo 16 del decreto legge 91/2014 atto a risolvere la procedura europea d’infrazione rinunciando a qualsiasi approccio “punitivo” nei confronti dei cacciatori.

Leggi tutto...

Caccia: Europa, bagarre di emendamenti sui richiami vivi per la caccia alla Legge europea 2013 bis

Roccolo di cattura - Richiami Vivi CacciaCaccia: Europa, bagarre di emendamenti sui richiamo vivi per uso venatorio alla Legge europea 2013 bis (as 1533) in particolare all'articolo 20 (caccia) e quelli sull'articolo 16 del DL 91 oltre all'ODG che è stato depositato dai senatori della Lega Nord.

Il responsabile nazionale per la caccia Lega Nord Lega Lombarda, Marco Bassolini ci ha inviato gli emendamenti che sono stati presentati alla legge europea 2013 bis (as 1533) all'articolo 20 (caccia) e sotto quelli sull'articolo 16 del DL 91 oltre all'Odg che è stato depositato dai senatori della Lega Nord. Sulla questione Bassolini ha affermato, “Mi auguro che dopo aver letto attentamente i vari emendamenti le pressioni delle associazioni venatorie siano insistenti ed incisive affinché sulla legge europea non venga accettato nessun emendamento e venga votato al senato lo stesso testo votato alla camera l'11 giugno 2014.

Leggi tutto...

Caccia: Bologna, definiti rifugi per Stagione Venatoria 2014-2015

Lepre - Lepus EuropaeusCaccia: Bologna, definite le zone rifugio per la prossima Stagione Venatoria 2014-2015.

Novantasei zone di rifugio approvate per la prossima stagione venatoria, a cui si aggiungono trenta zone di ripopolamento e cattura in corso di definizione. Questi ambiti protetti, con finalità prettamente faunistiche, sono presenti soprattutto in pianura, mentre nell'area montana sono privilegiate le aree di rispetto per consentire il prelievo degli ungulati.

Leggi tutto...

Caccia: Pistoia, approvata caccia in deroga a Storno e Piccione

Storno - Sturnus VulgarisCaccia: Pistoia, approvata sul territorio provinciale la caccia in deroga allo Storno e al Piccione; provvedimento resosi necessario per la salvaguardia delle colture.

Con delibera di Giunta n. 586 del 14 luglio scorso, la Regione Toscana ha approvato il prelievo in deroga delle specie storno e, per la prima volta, piccione, per la salvaguardia delle colture, ai sensi della direttiva comunitaria n. 2009/147/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 30 novembre 2009 concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

Leggi tutto...

Bracconaggio di selezione: Siena, abbattono cervo femmina, denunciati

Polizia ProvincialeBracconaggio di selezione: Siena, due selecontrollori sono stati sorpresi dalla Polizia Provinciale dopo aver abbattuto una femmina di cervo adulto fuori dal piano di abbattimento.

La caccia di selezione per due sele-controllori è finita nel peggiore dei modi: sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per aver ucciso un cervo femmina adulto. E’ domenica e nei boschi di Gaiole in Chianti tra Pozze di Lecchi e Meleto è in corso un piano di abbattimento di alcune specie di ungulati.

Leggi tutto...

Caccia: Lazio, Calendario Venatorio 2014-2015

Cacciatore con caneCaccia: Lazio, il Calendario Venatorio 2014-2015 è stato firmato dal presidente Zingaretti, si apre il 21 settembre; tra le novità maggiori tutele per l'Orso Marsicano.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato il Calendario Venatorio regionale valido per la Stagione Venatoria 2014-2015. I cacciatori del Lazio torneranno a caccia dal 21 settembre. Il calendario, in corso di pubblicazione sul bollettino della Regione, prevede, l’apertura a settembre e la chiusura il 31 gennaio. Proprio come quello dello scorso anno che fu, in prima battuta, bloccato dal Tar su ricorso delle associazioni ambientaliste e, in seguito, licenziato proprio dallo stesso tribunale che rigettò il ricorso ritenendolo “infondato”, come si legge nella sentenza del Tar del 2014.

Leggi tutto...

Caccia: Marche, approvato Calendario Venatorio 2014-15

CacciatoreCaccia: Marche, il Calendario Venatorio valido per la Stagione Venatoria 2014-2015 è stato approvato dalla Giunta Regionale, si apre il 21 settembre; Giorgi, “coniugate tutela ambientale con attività dei cacciatori”.

La Giunta regionale ha approvato il Calendario Venatorio 2014-2015. La Stagione della caccia inizierà il 21 settembre 2014 e terminerà il 31 gennaio 2015. Quattro le date di preapertura (1-3-6-13 settembre) e l’aggiunta in conclusione dei giorni dall’1 all’11 febbraio con limitazioni di orario e specifiche modalità.

Leggi tutto...

Caccia e Fauna: Asti, contenimento cinghiali e caprioli “Sistema vecchio, ecco come cambiare”

Cinghiali - Sus ScrofaCaccia e Fauna: Asti, convegno sul tema “Gestione faunistico venatoria in provincia di Asti”; contenimento di cinghiali e caprioli, “Sistema vecchio, ecco come cambiare”.

Interessante e partecipato convegno nei giorni scorsi presso il Salone Consiliare della Provincia, che ha visto i rappresentanti degli ambiti territoriali di caccia, delle organizzazioni professionali agricole e delle associazioni venatorie confrontarsi sul tema della "Gestione faunistico venatoria in provincia di Asti". L'iniziativa curata del Settore Agricoltura Caccia e Pesca della Provincia di Asti ha visto aprire i lavori dal neo assessore regionale all'Agricoltura, Caccia e Pesca, l'astigiano Giorgio Ferrero e da Paolo Guercio, dirigente provinciale competente.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 263

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner