mercoledì, 20 agosto 2014

Caccia: Ultimo Aggiornamento09:32:56 AM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Game Fair approda a Vico Del Gargano: il 6 e 7 Settembre, la Fiera vi aspetta a Baia di Calenella

Game Fair approda a Vico Del Gargano:  il 6 e 7 Settembre, la Fiera vi aspetta a Baia di Calenella

Game Fair: Una Manifestazione da vivere all’aria aperta tra terra e cielo. A Baia di Calenella, Vico del Gargano si rinnova la Magia del Game Fair 2014.

Dopo lo straordinario successo dell’edizione 2014 di Game Fair Tarquinia, la Fiera si sposta per la prima volta nella splendida cornice pugliese del Parco del Gargano. L’appuntamento è per il 6 e 7 settembre a Baia di Calenella, Vico del Gargano, per due giorni all’aria aperta e a contatto con la natura. La società GFI S.r.l., costituita da CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura), Fiera di Vicenza S.p.A. e dalla Famiglia Odescalchi, ha infatti deciso di rispondere alle richieste dei molti appassionati che abitano nel Sud Italia e che da tempo desideravano un’edizione nel loro territorio.

Leggi tutto...

Bracconaggio: Ancona, armi illegali e uccellagione, arrestato bracconiere

Corpo Forestale dello StatoBracconaggio: Ancona, la Forestale ha sorpreso e arrestato un uomo con armi illegali, reti da uccellagione e uccelli catturati illecitamente; denunciati anche due complici.

 

Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Ancona, a seguito di un indagine protrattasi per circa sette mesi e condotta in collaborazione con le Stazioni di Senigallia (AN), Sassoferrato (AN), Pesaro e Urbino, Cagli (PU) e Pergola (PU), hanno sorpreso due bracconieri che praticavano uccellagione; uno dei due è stato poi arrestato per il possesso di armi illegali.

Leggi tutto...

Caccia con Arco: Perugia, presidente provincia con animalisti

Scoiattolo Grigio - Sciurus CarolinensisCaccia con Arco: Perugia, il presidente della Provincia, Aviano Rossi, si schiera con animalisti della Lav contro i provvedimenti regionali riguardanti la Caccia con l’Arco ed il controllo degli Scoiattoli Grigi.

Il vicepresidente della Provincia Aviano Rossi ha firmato la petizione della Lega Antivivisezione contro il provvedimento regionale di “soppressione degli scoiattoli grigi”. Con l'occasione Rossi ha anche appoggiato la battaglia della stessa organizzazione contro la possibilità, in Umbria, di Praticare la caccia gli animali con l'arco.

Leggi tutto...

Caccia al Fagiano negli Atc Roma 1 e 2. Via al censimento della specie Fagiano Phasianus colchicus

Caccia al Fagiano negli Atc Roma 1 e 2. Via al censimento della specie Fagiano Phasianus colchicus Caccia al Fagiano: Ambiente Network promuove ed organizza un monitoraggio estivo sulla specie Fagiano Phasianus colchicus in Provincia di Roma all’interno degli ambiti ATCRM1 e ATCRM2.

Referente del progetto è Stefano De Vita, ornitologo, esperto in gestione faunistica ed allevamento della fauna selvatica, Giudice ENCI, Educatore ed Addestratore Cinofilo riconosciuto ENCI e Regione Lazio. Censire gli animali selvatici nel loro ambiente naturale è di primaria importanza per la conservazione delle specie, ma anche per la programmazione di un corretto prelievo venatorio. Riteniamo che oltre ad una errata pratica dei metodi e dei tempi di immissione della selvaggina e nella fattispecie del fagiano, si aggiunge anche una errata gestione venatoria della specie, sia dell’arco temporale dei prelievi, sia nel prelievo riferito alle classi di sesso.


L’ attività venatoria oggi non può più essere esercitata senza una profonda conoscenza naturalistica del cacciatore, come non può essere esercitata senza che il prelievo di qualsiasi specie non sia inserito in un concetto generale di conservazione e  di protezione. Prelievo praticabile solo sulla base di precisi elementi conoscitivi dello status e della dinamica delle popolazioni, non solo a livello locale ma più in generale a livello globale della popolazione stessa. L’attività venatoria è ammessa laddove persistono ed interagiscono i concetti di salvaguardia, di mantenimento, di riqualificazione e di miglioramento degli ambienti naturali, in sinergia con dei precisi studi e ricerche scientifiche che saranno poi la base per determinare dei precisi piani di abbattimento, abbattimenti che toccheranno solo il surplus della popolazione animale interessata. La natura offre risorse rinnovabili e queste risorse sono i frutti da raccogliere senza mai intaccare l’albero. La caccia non può esistere senza la sinergia del mondo scientifico.

Area interessata dal censimento: Alcune aree campione ricadenti nei territori degli ATC Ambiti Territoriali Caccia di  RM1 e RM2. Le aree saranno individuate nelle zone dove gli ATC RM1 e RM2 hanno effettuato le operazioni di immissioni per ripopolamento di fagiani. Metodologia applicata: la modalità di esecuzione del censimento estivo è effettuata con l’impiego di cani da ferma e da cerca perfettamente addestrati, di età non inferiore a 2 anni, tutti i soggetti utilizzati sono perfettamente educati ed addestrati, nonché rispondenti alle caratteristiche morfologiche ed attitudinali di razza.

Saranno utilizzati sia le razze da ferma (Continentali esteri, Continentali italiani ed Inglesi) e le razze da cerca (Spaniels) per coprire i territori più idonei e rispondenti al lavoro delle specifiche razze: Cane da ferma - ampie stoppie e prato pascolo e naturale misto a siepi, macchie, filari alberati, etc.; Cane da cerca ampi fossi e canaloni, ampie zone boscose, ampie macchie intricate, etc.
Sarà data prerogativa alle ore diurne ad iniziare dall’alba, ore più idonee data la presenza di umidità sul terreno in quanto  condizioni migliori per l’olfatto del cane e quindi maggiore probabilità per la ricerca e scovo della selvaggina.

Accertamento della presenza del fagiano: ogni operatore dovrà memorizzare il punto con sistema GPS e comunque compilare un modulo di rilevamento dove l’operatore cinofilo dovrà annotare una serie di dati. Tutto il progetto ha seguito una metodologia già indicata dall’ISPRA ex INFS sul monitoraggio faunistico con l’uso del cane.

Il progetto ha avuto il parere positivo dall’ISPRA che ha specificato appunto che: “considerando le scarse informazioni sulla distribuzione della specie nel territorio della Provincia di Roma e le conoscenze disponibili sugli esiti degli interventi di ripopolamento della specie (che evidenziano nella maggioranza dei casi bassi valori di sopravvivenza degli individui immessi), si ritiene che il programma di lavoro proposto possa contribuire in modo significativo ad orientare la gestione della fauna selvatica negli ATC in oggetto”. L’ISPRA ha anche specificato che rimane in attesa dei risultati ottenuti che scaturiranno dall’elaborazione dei dati.

Collaboreranno a questo progetto anche la Dr.ssa Linda Sartini ed il Dr. Cristiano Papeschi, laureati in medicina veterinaria, per un monitoraggio parassitologico sugli eventuali campioni fecali raccolti nell'ambito dell’iniziativa. Infatti gli operatori cinofili cercheranno nel limite delle possibilità e qualora vengono rinvenute delle feci di fagiano, queste verranno messe singolarmente in piccole bustine di plastica o tipo cuki, anche in questo caso riportare le coordinate con sistema GPS del ritrovamento. Gli eventuali dati degli esami parassitologici saranno anche rapportati con i dati di densità dei fagiani presenti per le singole zone. Riteniamo di primaria importanza l’aspetto cinofilo che è poi quello fondamentale per il raggiungimento finale degli obiettivi prefissati e cioè un giusto ed equilibrato approccio con il cane ed un corretto utilizzo dello stesso finalizzato ad una corretta gestione faunistica delle specie d’interesse.

Scopo del monitoraggio estivo: stabilire se le immissioni effettuate nel periodo estivo 2014 hanno prodotto il risultato di permanere sul territorio degli ATCRM1 e ATCRM2 una presenza di fagiani. Il monitoraggio del fagiano all’interno degli ATCRM1 e ATCRM2  sarà effettuato rispettando quanto previsto dalle normative vigenti.

 

09.08.2014

Caccia: l'Odg presentato dall'On. Stefano Borghesi ed approvato alla Camera dei Deputati.

Caccia:  l Odg presentato dall On. Stefano Borghesi ed approvato  alla Camera dei Deputati.

Caccia: Partendo dal principio che la caccia non è solo una tradizione culturale da difendere, ma un valore indispensabile di una filiera economica che fa parte dell’identità storica del nostro popolo e che produce reddito per decine di migliaia di persone.

E' stato ancora una volta espresso a gran voce ieri in aula dall'On. Paolo Grimoldi nella sua dichiarazione di voto ed oggi ribadita con questo odg dall'On. Stefano Borghesi che la posizione della Lega Nord è pronta a valutare ed accettare le richieste fatte dalla CE per sanare l'infrazione 2014/2006 ma non ritiene accettabili compromessi al ribasso che risultano essere pretestuosi e non richiesti ne prescritti da nessuna normativa (Habitat ed Uccelli) ma semplicemente forzati di chi vuole mettere a rischio oltre che una passione come l'ars venandi, decine di migliaia di posti di lavoro.

Leggi tutto...

Caccia: Sorpresi due cacciatori mentre davano da mangiare abusivamente ai cinghiali

Caccia: Sorpresi due cacciatori mentre davano da mangiare abusivamente ai cinghialiCaccia in Toscana - Siena: Due cacciatori sorpresi mentre alimentavano abusivamente cinghiali. Continuano i servizi della Guardia Forestale in ambito venatorio.

Nel fine settimana il personale del Comando Stazione Forestale di Montalcino, nell’ambito di una più ampia attività finalizzata a verificare il rispetto della normativa che regolamenta l’esercizio venatorio, ha sorpreso due cacciatori, appartenenti alla locale squadra di caccia al cinghiale, mentre stavano cospargendo, in un area boscata, decine di chilogrammi di mangime, costituito da grano misto a mais, destinato al foraggiamento abusivo di cinghiali.

Leggi tutto...

Caccia agli ungulati: Gambetta Vianna (PT/Ncd): “Sì a richieste agricoltori e sindaci, ma interventi mirati sotto l’occhio di guardie venatorie.

Caccia agli ungulati: Gambetta Vianna (PT/Ncd): “Sì a richieste agricoltori e sindaci, ma interventi mirati sotto l’occhio di guardie venatorie.Caccia in Toscana: «L’allarme che arriva dai territori è sempre più forte. La Regione non deve stare a guardare, ma deve intervenire al più presto prima che cominci a dilagare l’illegalità e il bracconaggio».

A dichiararlo è il capogruppo di Più Toscana/Nuovo Centrodestra in Regione, Antonio Gambetta Vianna, che commenta la lettera dei sindaci del Chianti fiorentino e senese all’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambrientale (Ispra).

Secondo l’esponente del Nuovo Centrodestra, che è membro della II commissione “Agricoltura”, «la situazione in Toscana è giunta veramente al collasso. Da una parte abbiamo i predatori che attaccano gli allevamenti, dall’altra gli ungulati che devastano le aziende agricole. La Regione Toscana deve prendere la situazione in mano e predisporre interventi mirati seri e duraturi.

Leggi tutto...

Caccia: Sardegna, Calendario Venatorio 2014-15 approvato

Cacciatore con CaneCaccia: Sardegna, il Calendario Venatorio 2014-15 è stato approvato in via definitiva dal Comitato Regionale Faunistico. Si apre il 28 settembre e preapertura nei giorni 4 e 7 settembre.

Il Comitato Regionale Faunistico, presieduto dall’assessore regionale dell’Ambiente, Donatella Emma Ignazia Spano, nella seduta del 25 luglio 2014, ha approvato a maggioranza il nuovo Calendario Venatorio della Regione Sardegna valido per la Stagione Venatoria 2014/2015. L’Assessorato della Difesa dell’ambiente ha pubblicato il decreto che regola l’esercizio dell’attività venatoria in Sardegna per la stagione 2014/2015.

Leggi tutto...

Caccia: Calabria, Calendario Venatorio 2014-2015

Cacciatori con caniCaccia: Calabria, approvato il Calendario Venatorio valido per la Stagione 2014-2015. Si inizia il 21 settembre ma prevista preapertura il 7 e il 14 settembre.

 

Un po’ in sordina la Giunta regionale calabrese, nella seduta dello scorso 14 luglio ha approvato il nuovo Calendario Venatorio valido per la Stagione Venatoria 2014-2015 così come proposto dall’assessore all’agricoltura Michele Trematerra. Secondo il testo del nuovo Calendario Venatorio calabrese l’apertura generale della caccia è fissata per la terza domenica di settembre, il 21 settembre 2014 ma sono previste due giornate di preapertura nei giorni 7 e 14 settembre esclusivamente per le specie Tortora e Colombaccio esclusivamente con le modalità da appostamento.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 264

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner