martedì, 21 ottobre 2014

Caccia: Ultimo Aggiornamento09:46:44 AM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Caccia e Fauna: Verona, cinghiali colonizzano monte Baldo

Cinghiali - Sus ScrofaCaccia e Fauna: Verona, i cinghiali superano l'Adige e colonizzano il monte Baldo; Confortini della tutela ambientale, “immessi illegalmente da persone irresponsabili”.

Il flagello, fino a ieri, sembrava confinato solo alla fascia pedemontana. Adesso però i cinghiali sono arrivati sul monte Baldo e stanno devastando anche le colline fra Peschiera e Valeggio. “Sono già risaliti dalla Val d'Adige a Brentonico, in Trentino», precisa il dottor Ivano Confortini, biologo responsabile del Servizio tutela faunistico ambientale della Provincia di Verona, «e di certo non sono nostrani.

Leggi tutto...

Incidente di caccia. Primo morto della stagione venatoria in Toscana

Incidente di caccia. Primo morto della stagione venatoria in ToscanaCortona (AR): E' successo in mattinata sulla montagna cortonese fra Portole e Teverina. La vitttima colpita in un'altana da appostamento. C'era anche il figlio. Sul posto i carabinieri e il 118. Ancora particolari frammentari.

Arezzo, 19 ottobre 2014 - Mattinata tragica per la caccia, con una doppietta fulminata nel corso di una battuta. E' successo sulla montagna cortonese, fra Portole e Teverina. Non si conoscono ancora particolari, la vittima è Rolando Piermarini, 64 anni, di Trevi, in provincia di Perugia. Sul posto i carabinieri e il 118, ma il luogo è impervio e le comunicazioni, anche quelle telefoniche, difficili per non dire impossibili.

Leggi tutto...

Caccia: Fermo, saluto del Sindaco di Amandola ai cacciatori, “La caccia ha un importante ruolo sociale”

Cacciatori al tramontoCaccia: Fermo, il saluto del Sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli, ai cacciatori, “La caccia ha un importante ruolo sociale”.

Oggi, domenica 19 ottobre riapre la caccia al cinghiale nelle province di Ascoli, Fermo e Macerata; Ancona e Pesaro dovranno invece attendere il primo novembre. Nella provincia di Fermo ci sono tre settori: “A” a ridosso dei monti, “B” zona “cuscinetto” fino a Falerone; “C” fino alla costa, la cosiddetta zona di eradicazione dove la presenza del cinghiale è indesiderata per evitare danni alle colture intensive.

Leggi tutto...

Caccia in deroga: Siena, per la caccia allo Storno obbligatorio comunicare numero dei capi abbattuti

Storno - Sturnus VulgarisCaccia in deroga: Siena, per la caccia allo Storno la Provincia ricorda ai cacciatori l’obbligo di comunicare il numero dei capi abbattuti entro il 10 novembre.

Il Settore Risorse Faunistiche della Provincia di Siena ricorda che, come stabilito dalla Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 586 del 14 luglio 2014 i cacciatori dovranno provvedere a comunicare alla provincia di residenza il numero dei capi di storno abbattuti in deroga entro il termine ultimo del 10 novembre 2014.


Si ricorda inoltre che il prelievo in deroga dello storno (Sturnus Vulgaris) è consentito fino al 14 dicembre 2014 e che deve essere effettuato con le seguenti modalità: solo nei vigneti, negli uliveti e nei frutteti a maturazione tardiva, nonché in prossimità degli stessi per un raggio di 100 metri; solo in presenza del frutto pendente e negli appezzamenti in cui sono in atto sistemi dissuasivi incruenti a protezione delle colture.

 

Il prelievo da appostamento dello storno  è consentito ai soli cacciatori residenti in Toscana per un massimo di venti capi complessivi giornalieri e cento capi complessivi per cacciatore per l'intero periodo (prima giornata utile di caccia – 14 dicembre 2014) con l’uso di fucile con canna ad anima liscia fino a due colpi o a ripetizione semiautomatica, con caricatore contenente non più di due cartucce di calibro non superiore al dodici.

Tutti i capi prelevati devono essere segnati subito dopo il recupero nell’apposita sezione dedicata ai prelievi in deroga del tesserino venatorio regionale che dovrà essere riconsegnato al Comune di residenza al termine della stagione venatoria; al fine di monitorare l’andamento del prelievo il numero dei capi abbattuti dovrà essere comunicato entro il 10 novembre al servizio Risorse Faunistiche della Provincia di Siena, telefonicamente (0577-241418) o via fax (0577-45358).

19 ottobre 2014



Provincia di Siena

Caccia: Abruzzo, Febbo e Sospiri su Calendario Venatorio 2014-15, “La Regione non tutela l'orso”

Mauro Febbo - AbruzzoCaccia: Abruzzo, Febbo e Sospiri su Calendario Venatorio 2014-15, “La Regione non tutela l'orso, Pepe si dimetta. Associazioni animaliste falsi protettori dell’orso.”

“Ciò che da tempo avevamo denunciato, oggi si è materializzato. Il Wwf ha annunciato di non impugnare il calendario venatorio e al contempo si concede fiducia all’assessore regionale alla Caccia Pepe. Ormai le associazioni animaliste sono uscite allo scoperto, mostrando il loro vero volto di falsi protettori dell’orso e di politicanti”. Così il Presidente della Commissione di Vigilanza regionale, Mauro Febbo e il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Sospiri, che aggiungono: “La Giunta D’Alfonso non ha fatto altro che copiare il calendario del 2013 con delle varianti su lepre, coturnice, beccaccia che hanno massacrato i cacciatori.

Leggi tutto...

Caccia di frodo. Arriva condanna per due bracconieri di Ferrara.

Caccia di frodo. Arriva condanna per due bracconieri di Ferrara.Bracconaggio: “Volevano catturare uccelli selvatici con la tecnica del vischio, ma sono rimasti invischiati dalla Polizia Provinciale”.

Titolavano così i giornali nel dicembre del 2012, quando si concluse l’Operazione “Birdlime” della Polizia provinciale. Operazione conclusa con la denuncia alla Procura della Repubblica di Ferrara di tre persone, provenienti dal Veneto, per i reati di esercizio della caccia nei parchi naturali regionali, cattura di fringillidi in numero superiore a cinque, esercizio della caccia con mezzi vietati, ossia il vischio e con richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico, in un ambito protetto quale è il Parco del Delta del Po.


Gli agenti in pattuglia al Lido degli Estensi, avevano notato tre uomini aggirarsi tra le dune, spargendo a terra del mangime. Nascosti fra le dune, gli uomini in divisa della Polizia provinciale rinvenivano un richiamo acustico elettromagnetico (il cui utilizzo è vietato dalle norme in materia di caccia), del vischio, del diluente per eliminare residui di colla, del mangime e numerosissimi bastoncini di legno intrisi di vischio. In una gabbietta erano stati ritrovati anche 15 cardellini, piccoli uccelli dal piumaggio colorato appartenente alla famiglia dei Fringillidi.

Le tre persone sono state indagate, in concorso fra loro, per i cinque reati. Il Tribunale di Ferrara ha ora condannato con la pena detentiva - sostituita con la libertà controllata per due mesi -, oltre a 600 euro per ognuno dei tre imputati e l’ordine di distruzione di tutto il materiale sequestrato, poiché la restituzione potrebbe agevolare la commissione di ulteriori reati. “Ringrazio i colleghi – dichiara il comandante della polizia provinciale, Claudio Castagnoli – per l’impegno nella difesa del rispetto delle regole e nella tutela degli animali, specie se catturati illegalmente con tecniche barbare come quelle rinvenute”.

 

La Nuova Ferrara

16.10.2014

Emergenza lupi in Toscana. Centinaia le pecore assalite dai lupi

Emergenza lupi in Toscana. Centinaia le pecore assalite dai lupiLupi in Toscana, centinaia di pecore assalite dai lupi. 700 animali morti nel 2013 in tutta la Regione, la Coldiretti in difesa degli allevatori. L’ultima aggressione è costata 25 capi. Tongiani: “Ogni mese la conta dei danni. E’ un’emergenza”.

Li trovano al mattino i pastori, sbranate sugli alpeggi. Una, due, tre, l’ultima volta erano venticinque pecore uccise in una notte in due diversi allevamenti. Dilaniate dai lupi o dagli “ibridi” cioè i cani abbandonati, incrociati con i lupi o soltanto tornati selvaggi. L’ultimo attacco è avvenuto in Lunigiana, i lupi hanno saltato un recinto a Vaina di Filattiera (in provincia di Massa Carrara) e fatto strage di pecore. “E’ un’emergenza” spiega il presidente della Coldiretti di Massa Carrara, Vincenzo Tongiani.

Leggi tutto...

Cacciatori truffati? Presidente Atc Avezzano sotto inchiesta

Cacciatori truffati? Presidente Atc Avezzano sotto inchiestaCacciatori truffati? Il presidente dell’Atc è sotto inchiesta. Di Domenico avrebbe chiesto 20 euro a iscritto per corsi già finanziati dalla Provincia. Accertamenti dopo un esposto.

AVEZZANO (Aq). È accusato di aver fatto pagare ai soci un corso per il monitoraggio della beccaccia. Corso fra l’altro già finanziato dalla Provincia. Per questo Giacomo Di Domenico, presidente dell’Ambito territoriale di caccia di Avezzano, è stato raggiunto da un avviso di garanzia emesso dalla Procura di Avezzano. L’ipotesi di reato, tutta da dimostrare, è di truffa aggravata. Sabato prossimo Di Domenico, conosciuto nella Marsica anche per i suoi trascorsi politici (è stato assessore sia in Provincia dell’Aquila che al Comune di Avezzano), sarà chiamato a chiarire la propria posizione davanti al pm.

Leggi tutto...

Foggia. Corso per cacciatori su igiene e sanità della selvaggina abbattuta

Foggia. Corso per cacciatori su igiene e sanità della selvaggina abbattutaProvincia di Foggia: Corso di formazione provinciale per i cacciatori foggiani. Igiene e sanità della selvaggina abbattuta. Un corso di formazione alla Provincia.

La pericolosità di alcune malattie rende necessaria un’azione sinergica trai cacciatori e le istituzioni, per evitare il diffondersi delle zoonosi e delle patologie umane. E’ in programma nei giorni 27 e 28 ottobre, presso la Sala del Consiglio della Provincia di Foggia, (sede di via Telesforo) un corso di formazione in materia di igiene e sanità della selvaggina abbattuta. L’incontro formativo è rivolto ai cacciatori di ungulati della provincia di Foggia ed è promosso dal Settore Agricoltura – Caccia e Pesca dell’Ente, coordinato dal Dirigente, dott. Giovanni D’Attoli e supportato dal Responsabile dell’Osservatorio Faunistico Provinciale, Domenico Guerra in collaborazione con il Servizio Veterinario dell’ASL di Foggia (area B) diretto dal dott. Zaccaria di Taranto.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 275

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner