Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Incidente di bracconaggio: Irpinia, ferito dal suo stesso fucile, denunciati anche i complici

Arma dei CarabinieriIncidente di bracconaggio: Irpinia, un bracconiere resta ferito dal suo stesso fucile ma inventa una storiella che non convince i Carabinieri; denunciati anche altri tre bracconieri.

Risolto in poche ore il giallo del ferimento di un uomo sulle montagne di Volturara Irpina. Nell pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Montella, intervenivano poiché un trentenne di Volturara, “mentre passeggiava nei boschi” (cosi aveva riferito), era stato attinto da “pallettoni vaganti” sparati probabilmente da bracconieri che stavano effettuando una battuta di caccia di frodo all’interno dell’area Parco dei Monti Picentini.

Leggi tutto...

Cacciatori di frodo sorpresi dai carabinieri nelle campagne di Marliana (PT)

Cacciatori di frodo sorpresi dai carabinieri nelle campagne di Marliana (PT)

MARLIANA (PT). I carabinieri della stazione di Marliana hanno denunciato due giovani cacciatori, un 33enne di  Ponte Buggianese e un 21enne di Montecatini Terme, entrambi incensurati, sorpresi a bordo di un'auto con un fucile e il relativo munizionamento non denunciato.

I due sono stati denunciati per una serie di violazioni alla legislazione sulle armi e al Testo unico sulla Pubblica sicurezza. I due, sottoposti a controllo da una pattuglia nella tarda serata di ieri, martedì 2 dicembre, quando era già buio, mentre transitavano nel tratto di strada compreso fra Femmina Morta e Momigno, a bordo dell’auto di proprietà del più anziano dei due, sono stati trovati in possesso di un sovrapposto calibro 12, regolarmente denunciato dal più giovane, ma trasportato nell’abitacolo senza custodia e sopratutto corredato da sei cartucce dello stesso calibro caricate con munizionamento spezzato che non erano state denunciate.

Leggi tutto...

Caccia – Richiami vivi. Fabio Rolfi: “Pd traditore verso i cacciatori bresciani e proni davanti all’animalismo militante”.

Caccia – Richiami vivi. Fabio Rolfi: “Pd traditore verso i cacciatori bresciani e proni davanti all’animalismo militante”.Richiami vivi: “Non siamo stupiti dalle dichiarazioni della senatrice Amati; la deriva anticaccia del Partito democratico è chiara da tempo ormai e le sue esternazioni odierne non fanno altro che dimostrare come questo partito sia diventato ormai prono di fronte allo starnazzare dei talebani dell’animalismo militante che, da bravi fondamentalisti, vorrebbero imporre al mondo intero la loro visione delle cose.”

Così Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone commentando le dichiarazioni sulla caccia della senatrice Pd, Silvana Amati. “Dal Pd – prosegue Rolfi – c’è stato un vero e proprio tradimento verso i cacciatori lombardi e bresciani. Solo pochi mesi fa infatti i loro aspiranti parlamentari europei, tra cui l’onorevole Morgano, chiedevano il voto dei cacciatori impegnandosi nella difesa delle tradizioni venatorie.

Leggi tutto...

Caccia: Amati (Pd), chiediamo abolizione totale richiami vivi

Caccia: Amati (Pd), chiediamo abolizione totale richiami viviCaccia: "Il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro dell'Ambiente, ha annullato le delibere delle regioni Emilia Romagna e Lombardia che consentivano la cattura di piccoli uccelli da utilizzare come richiami vivi.

A fronte dei continui richiami dell'Unione Europea, che negli ultimi giorni ha anche avviato la procedura d'infrazione per il nostro Paese, mi sembra un grandissimo passo avanti". Lo dichiara la senatrice del Pd Silvana Amati.

"E' da tempo che segnaliamo - prosegue la parlamentare - come la pratica dei richiami vivi usati per la caccia sia un grave danno ambientale oltre che un vero e proprio maltrattamento ai danni degli animali.

Leggi tutto...

Incidente di Caccia: Guardia venatoria colpita al petto da palla di piombo, morto.

Incidente di Caccia: Guardia venatoria colpita al petto da palla di piombo, morto.Incidente di Caccia: Un uomo di 75 anni, Isoliero Giuliani, è morto stamani nei boschi di San Martino sul Fiora (Manciano), ucciso da un colpo d'arma da fuoco sparato accidentalmente da un cacciatore. Giuliani si trovava nella zona perchè era una guardia venatoria.

Da quanto si apprende da fonti inquirenti l'uomo si trovava a 70 metri dalla battuta nei boschi insieme ad un'altra guardia. La palla di piombo, che lo ha colpito in pieno petto, è stata deviata forse da un osso della preda colpita più a valle oppure da una roccia.

Leggi tutto...

Caccia – Governo Renzi annulla delibera regionale su apertura roccoli

Caccia – Governo Renzi annulla delibera regionale su apertura roccoliCaccia: Fabio Rolfi: “dal Governo decisioni che calpestano l’identità bresciana, il Pd è diventato il partito anticaccia.” Così il vice capogruppo del Carroccio commendando la decisione dell’Esecutivo di annullare la delibera regionale sui roccoli.

“La decisione del Governo Renzi di annullare delibera regionale sull’apertura dei roccoli – afferma Fabio Rolfi – è irrazionale quanto assurda, oltre che lesiva della tradizione venatoria bresciana. Con un atto d’imperio si cancellano tutti gli sforzi per la banca dati, per il censimento dei richiami vivi, per fare chiarezza e consentire di proseguire una tradizione venatoria nel rispetto delle regole e dell'avifauna. In sostanza si legittimano le istanze più radicali di una minoranza rumorosa e spesso violenta, a testimonianza del fatto che forse a Roma si preferisce lo scontro con il mondo venatorio anziché il dialogo.

Leggi tutto...

Bracconieri denunciati dai Carabinieri di Montella (AV) dopo ferimento di un 30enne

Bracconieri denunciati dai Carabinieri di Montella (AV) dopo ferimento di un 30enneBracconaggio: Nella pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Montella, intervenivano poiché un trentenne di Volturara, “mentre passeggiava nei boschi” (cosi aveva riferito), era stato attinto da “pallettoni vaganti” sparati probabilmente da cacciatori che stavano effettuando una battuta di caccia proibita nel Parco dei Monti Picentini.

Per le lesioni riportate veniva ricoverato al Pronto Soccorso di Avellino ed, immediatamente, trasferito a Napoli all’Ospedale Vecchio Pellegrini e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico al braccio sinistro. Le immediate ed ininterrotte le indagini della Stazione di Volturara e dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Montella non avevano tralasciato nulla ed erano state sviluppate a 360 gradi, prendendo in considerazione anche l’ipotesi di un tentativo di omicidio. La più accreditata, tuttavia, sin dal primo momento, era sembrata quella di un incidente di caccia a cui avrebbe partecipato anche la persona ferita.

Leggi tutto...

Bracconaggio in area protetta. Sorpresi e denunciati dalla Forestale.

Bracconaggio in area protetta. Sorpresi e denunciati dalla Forestale.Forestale, denunciato un bracconiere ed un uomo che allevava cinghiali. Le operazioni sono state condotte dai Comandi Stazioni Forestali di Montano Antilia e Casalvelino rispettivamente in località "Varrochiano" e località "Ieschi".

Forestale in azione a Casal Velino e Montano Antilia: 2 denunce. Caccia di frodo e introduzione di arma da fuoco non autorizzata nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni: è terminata con una denuncia l'operazione del Corpo Forestale presso Montano Antilia. Inoltre, è finita nei guai anche una seconda persona per detenzione illecita di fauna selvatica a Casal Velino.

Leggi tutto...

Cucina e Piatti tradizionali: On. BORGHESI Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare

Cucina e Piatti tradizionali: On. BORGHESI  Al Ministro dell ambiente e della tutela del territorio e del marePer sapere, premesso che: l’articolo 21 della legge 157/92 così come modificato dal DL n. 91 del 2014 convertito, con modificazioni, in legge nr. 116 del 2014 vieta a chiunque di vendere, detenere per vendere, trasportare per vendere, acquistare uccelli vivi o morti, nonché loro parti o prodotti derivati facilmente riconoscibili, anche se importati dall’estero, appartenenti a tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli Stati membri dell’Unione, ad eccezione di germano reale, pernice rossa, pernice di Sardegna, starna, fagiano, colombaccio.

L'entrata in vigore delle modifiche alla legge nazionale della caccia (157/92)  impedisce di fatto la vendita di qualsiasi uccello selvatico e non sarà nemmeno possibile importarli da un Paese extraeuropeo perché il legislatore, per evitare triangolazioni, impedisce la commercializzazione e l'acquisto di quelle specie che, pur provenendo da lontano, esistono anche nei territori degli Stati europei.

Leggi tutto...

Pagina 14 di 296

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner