sabato, 23 maggio 2015

Caccia: Ultimo Aggiornamento12:50:16 PM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Bracconaggio: cacciavano di frodo cinghiali nel parco nazionale dell'Alta Murgia, denunciati due bracconieri

Bracconaggio: cacciavano di frodo cinghiali nel parco nazionale dell Alta Murgia, denunciati due bracconieriBracconaggio: A caccia nel Parco dell'Alta Murgia: denunciati due bracconieri. Un 34 enne e un 35enne di Palo del Colle, sono stati sorpresi in piena notte dalla Forestale in località Lama Reale, a Ruvo. Nella loro auto un fucile e numerose cartucce a piombo grosso, normalmente utilizzate per la caccia al cinghiale.

Nei guai sono finiti due uomini di 34 e 35 anni, entrambi di Palo del Colle, denunciati dal Corpo forestale dello Stato per porto abusivo di arma comune da sparo in luogo pubblico, introduzione di arma ed esercizio venatorio nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia (attività entrambe vietate in quanto si tratta di un'area protetta) e il reato di resistenza a pubblico ufficiale, per essersi dati alla fuga dopo l'alt intimato dai Forestali.

Leggi tutto...

Caccia: La Regione Toscana riduce le aree di caccia in provincia di Livorno. ATC, da 19 diventano 9.

Caccia: La Regione Toscana riduce le aree di caccia in provincia di Livorno. ATC, da 19 diventano 9.Caccia: Con l’approvazione della legge regionale n. 88/2014, la Regione ha modificato le disposizioni in materia di protezione della fauna e caccia riducendo gli Ambiti Territoriali di Caccia da 19 a 9, corrispondenti ai confini delle attuali province.

Ai fini del rinnovo dei Comitati di gestione degli ATC, la Provincia invita le organizzazioni e associazioni venatorie, agricole e ambientaliste interessate, a fornire i nominativi dei propri rappresentanti per la composizione del nuovo e unico ATC LIVORNO, che sarà costituito in sostituzione degli attuali ATC 9 e ATC 10. La proporzione delle varie componenti, che possono partecipare ove presenti in forma organizzata sul territorio, rimane quella prevista dalle norme vigenti: 3 appartenenti alle organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative a livello nazionale; 3 appartenenti alle associazioni venatorie riconosciute a livello nazionale: 2 in rappresentanza delle associazioni di protezione ambientale presenti nel Consiglio nazionale per l’ambiente.

Leggi tutto...

Caccia vietata a Torino

Divieto di CacciaCaccia vietata a Torino. Il Consiglio Comunale di Torino ha approvato il divieto di caccia su tutto il territorio torinese. I promotori Viale e Bertola: “E’ una questione di civiltà e di etica”.

Con 23 voti a favore e un astenuto, ieri il Consiglio comunale ha definitivamente bandito l'esercizio della caccia dal territorio torinese. La mozione approvata, che era stata presentata da Silvio Viale (PD) e Vittorio Bertola (M5S), rende esplicita una situazione già esistente de facto.

Leggi tutto...

Caccia: Abruzzo, critiche alla gestione D’Alfonso e presunti inciuci con Wwf

Regione AbruzzoCaccia: Abruzzo, i consiglieri Febbo e Sospiri criticano aspramente la gestione dell’attività venatoria sul territorio regionale sotto l’egida del presidente D’Alfonso e denunciano i presunti inciuci con Wwf.

“Nella lettera indirizzata alle Associazioni degli agricoltori, riferita ai risultati dell’incontro con le Province sul problema cinghiale, l’Assessore Pepe ha fatto il punto sull’applicazione del Regolamento per gli ungulati. Nella riunione del 15 gennaio con le Province lo stesso Assessore ha evidenziato la necessità di attivare da subito tutti gli strumenti previsti dal Regolamento per  contenere le popolazioni di cinghiale presenti sul territorio regionale ed ha esortato le Province ad approvare il piano quinquennale download di gestione entro il 15 febbraio. Tutti i partecipanti hanno fatto presente che il Regolamento necessita di una revisione con l’inclusione di altre specie di ungulati quali cervo e capriolo. Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine”. E’ quanto dichiarano il Presidente della Commissione di Vigilanza del Consiglio regionale, Mauro Febbo e il Capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri.

Leggi tutto...

Bracconaggio: Cosenza, sorpreso a cacciare in area protetta, denunciato

Corpo Forestale dello StatoBracconaggio: Cosenza, sorpreso dal Corpo Forestale dello Stato a cacciare in area protetta, denunciato.

Nel corso dei servizi di controllo del territorio volto al contrasto di fenomeni illeciti, il personale del Comando Stazione di Acri (CS) del Corpo Forestale dello Stato ha deferito all’Autorità Giudiziaria un cinquantacinquenne di Bisignano (CS) sorpreso nell'esercizio dell'attività venatoria illegale in località “Sambuco” a Santa Sofia D’Epiro (CS), proprio all’interno della “Riserva Naturale Regionale del Lago di Tarsia e della Foce del Crati” sito d’importanza comunitaria (Sic) per la rete Natura 2000.

Leggi tutto...

Caccia: Sei Regioni chiedono incontro urgente ai Ministri su chiusura anticipata stagione venatoria

Fernanda Cecchini - UmbriaCaccia: Sei Regioni, su proposta dell’assessore Cecchini, chiedono incontro urgente ai Ministri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole sulla chiusura anticipata della Stagione Venatoria relativamente al prelievo delle specie Tordo Bottaccio, Cesena e Beccaccia.

Sono sei le Regioni che, dopo la chiusura anticipata della caccia alle specie tordo bottaccio, cesena e beccaccia disposta dal Consiglio dei Ministri avvalendosi del potere sostitutivo, hanno chiesto un incontro urgente ai ministri delle Politiche agricole, Maurizio Martina, e dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. “A sottoscrivere la lettera di richiesta – spiega l'assessore della Regione Umbria, Fernanda Cecchini, che ha promosso l'iniziativa – sono stati anche il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e gli assessori regionali competenti di Friuli Venezia Giulia, Paolo Panontin, del Veneto, Daniele Stival, della Toscana, Gianni Salvadori, e delle Marche, Paola Giorgi”.

Leggi tutto...

Caccia: Veneto, Governo chiude anticipatamente stagione venatoria, Stival, “Valutiamo ricorso al Tar”

Daniele Stival - VenetoCaccia: Veneto, il Governo esercita poteri sostitutivi su Regioni e chiude anticipatamente la Stagione Venatoria per le specie Tordo Bottaccio, Cesena e Beccaccia; assessore Stival, “Valutiamo ricorso al Tar. Si viola l’autonomia delle Regioni e non regge sul piano tecnico”.

“Il Governo Renzi, nella sua ultima seduta, ha esercitato il potere sostitutivo nei confronti della Regione Veneto e di altre cinque Regioni, disponendo la modifica dei rispettivi calendari venatori e la sospensione della caccia alle specie tordo bottaccio, cesena e beccaccia a partire da ieri. Il Veneto ritiene che questa decisione sia viziata da una evidente lesione dell’autonomia regionale in materia e da carenza di motivazioni tecniche. Per questo motivo ho incaricato l’Avvocatura regionale di valutare la praticabilità di un ricorso al Tar del Lazio”.

Leggi tutto...

Sani: “Stop caccia, perplessità su delegittimazione Regioni”. Interviene così Presidente della Commissione Agricoltura della Camera

Sani: “Stop caccia, perplessità su delegittimazione Regioni”. Interviene così Presidente della Commissione Agricoltura della CameraCaccia: “Perplessità per la decisione del governo di chiudere anticipatamente la caccia ad alcune tipologie di uccelli selvatici, chiederemo spiegazioni al Ministero dell’Ambiente che ha proposto tale delibera”: con queste parole Luca Sani, presidente della Commissione Agricoltura della Camera, commenta l’iniziativa del Cdm che ha di fatto sospeso l’attività venatoria per il “tordo boccaccio”, “cesena” e “beccaccia”.

“Con questo provvedimento di carattere emergenziale il governo si sostituisce alle prerogative, sancite dalla Costituzione, che spettano alle Regioni e non è chiaro, ad oggi, per quale motivo. Se il Ministro dell’Ambiente parla infatti di rischio di infrazione comunitaria, le Regioni hanno ribadito che i rispettivi calendari venatori sono stati regolarmente approvati nel rispetto della legge nazionale sulla caccia e delle indicazioni europee”.

Leggi tutto...

Caccia: Governo chiude in anticipo la caccia alle specie tordo bottaccio, cesena e beccaccia.

Caccia: Governo chiude in anticipo la caccia alle specie tordo bottaccio, cesena e beccaccia.Caccia: Giro di vite da parte del Governo al popolo delle doppiette. "Da oggi non sarà più possibile cacciare il tordo bottaccio, la cesena e la beccaccia in tutto il territorio nazionale". Delusi migliaia di cacciatori italiani che si trovano ad una limitazione del rispettivo calendario venatorio.

Infatti "Da oggi non sarà più possibile cacciare il tordo bottaccio, la cesena e la beccaccia in tutto il territorio nazionale". Così recita il comunicato stampa uscito dal Consiglio dei Ministri;

Continua la nota: "La Commissione europea ha infatti contestato la violazione della direttiva 2009/147/CE in materia di conservazione degli uccelli selvatici, che vieta la caccia nei periodi di nidificazione e riproduzione. Tenuto conto che già nella seconda decade di gennaio è in corso la cosiddetta “migrazione pre-nuziale” che precede la nidificazione e considerato che in numerose regioni italiane risulta a tutt’ oggi possibile cacciare queste specie migratrici fino al 31 gennaio, il Ministero dell’ambiente ha già da tempo sollecitato le regioni ad adeguarsi i tempi richiesti dall’Unione europea ma non tutte le regioni hanno dato seguito al sollecito".

Leggi tutto...

Pagina 14 di 303

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner