mercoledì, 03 settembre 2014

Caccia: Ultimo Aggiornamento02:14:13 PM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Notizie Ultime

Caccia: Calendario Ventorio 2011-2012 Provincia di Brescia

Caccia: Calendario Ventorio 2011-2012 Provincia di BresciaCaccia: La caccia gioca d'anticipo, i nodi deroghe e roccoli. Fuoco dal 18 settembre, pre-apertura dal 1° settembre Federcaccia e Migratoristi: «Ottimismo prudente».

21/06/2011 - Stagione di caccia al via dal 18 settembre. In anticipo sui tempi o, meglio, «con il giusto anticipo» per poter programmare la nuova stagione venatoria, al via il 18 settembre, nel rispetto di tutti gli attori di un mondo abituato a vivere nell'incertezza.

Così la Provincia di Brescia ha approvato ieri il nuovo calendario venatorio, nel tabellone accanto le linee essenziali. «Tra i punti salienti c'è la conferma della pre-apertura l'1 settembre; abbiamo mantenuto i quattro giorni di caccia alla migratoria dall'1 ottobre; è stata abolita la caccia al fagiano nelle prime quattro domeniche di ottobre, contrariamente a quanto accadeva lo scorso anno - sottolinea l'assessore alla Caccia Alessandro Sala -.Tutto è stato definito in tempi ragionevoli, tanto da permettere ai cacciatori di effettuare i versamenti provinciali, regionali e per gli Ambiti.

Leggi tutto...

Caccia in Umbria: In Arrivo, Calendario Venatorio 2011-2012 Regione Umbria

Caccia in Umbria: In Arrivo, Calendario Venatorio 2011-2012 Regione UmbriaCaccia: Calendario Venatorio 2011-2012 Umbria: La III Commissione, presieduta da Massimo Buconi, martedì 21 esprimerà il proprio parere, necessario per l’approvazione definitiva del calendario venatorio umbria 2011-2012.

Le associazioni venatorie umbre, riunite questa mattina (20 giugno) in Regione per l’audizione sul calendario venatorio, hanno espresso i loro dubbi sull’apertura unica al 18 settembre, tornando a chiedere la doppia apertura come lo scorso anno ma con gli opportuni aggiustamenti su date, carnieri e specie.

La III Commissione, presieduta da Massimo Buconi, già domani (martedì 21) esprimerà il proprio parere, necessario per l’approvazione definitiva del calendario venatorio.

Leggi tutto...

Caccia con Richiami Vivi, Consulta Boccia Lombardia e Toscana

Caccia con Richiami Vivi, Consulta Boccia Lombardia e ToscanaCACCIA: ''La sentenza della Corte Costituzionale e' una nuova, secca bocciatura della politica delle regioni Lombardia e Toscana in fatto di cattura e utilizzo di richiami vivi, cioe' gli uccelli usati come esche per la cattura o la caccia di altri uccelli. Ma ha un valore che riguarda tutta l'attivita' venatoria''.

Roma, 16 giu - E' il commento delle associazioni Amici della Terra, Animalisti italiani, ENPA, Fare Verde, LAC, LAV, Legambiente, LIPU-BirdLife Italia, VAS e WWF Italia alla sentenza della Consulta n. 190 dell'8 giugno, con cui e' stata sancita l'illegittimita' della legge n. 16 del 21 settembre 2010 della Lombardia, e dell'articolo 2 e del richiamato allegato A della legge della Toscana del 6 ottobre 2010.

Leggi tutto...

Caprioli in Val Bormida: minacciano viti e colture

Val Bormida. Troppi caprioli, è allarme tra gli agricoltori.Val Bormida. Troppi caprioli, è allarme tra gli agricoltori

Nuovi attacchi in Val Bormida, i più colpiti sono il Tortonese, la Val Cerrina e il Novese. La fauna selvatica, i caprioli, stanno ancora una volta minacciando viti e colture tanto che gli agricoltori locali hanno chiesto un piano straordinario di controllo. A nulla sono valse le iniziative intraprese fino ad oggi come abbie e fili elettrici.

Leggi tutto...

Caccia allo Storno, In Toscana è Lucca a pagare il prezzo più caro dai danni causati dagli storni

Caccia allo Storno, In Toscana è Lucca a pagare il prezzo più caro dai danni causati dagli storniEmergenza STORNI: Un dato solo basta per capire l’entità del problema: i danni all’agricoltura causati dagli storni ammontano nel 2010 a quasi 35 mila euro solo nella provincia di Lucca e a ben 170 mila in tutta la Toscana.

L’anno precedente, il 2009, le cifre erano più basse (rispettivamente 20 mila euro circa e 54 mila euro su scala regionale) perché furono adottate specifiche misure di contenimento della specie che, insieme, al cinghiale e al capriolo, è tra quelle responsabili dei danni maggiori alle coltivazioni agricole in Toscana.

Leggi tutto...

Storni, a Fasano (BR) è Emergenza.

Storni, a Fasano (BR) è Emergenza.PEZZE DI GRECO – L’emergenza storni, che nella passata campagna olivicola ha determinato ingenti danni al comparto agricolo del comprensorio fasanese, continua a tenere banco nella discussione politica locale.

15.06.2011 - Nei giorni scorsi il presidente del Circolo “Nuova Italia” di Fasano, Tonio Zizzi , ha  inoltrato  al Prefetto di Brindisi Nicola Prete le migliaia di firme raccolte dalla Coldiretti di Fasano e di Pezze di Greco con le quali si richiede la modifica dell’articolo 2 (comma 1) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 1997, inerente l’eliminazione dall’elenco delle  specie di fauna protetta dello storno (“Sturnus vulgaris”).

Leggi tutto...

Calendario venatorio 2011-2012: III Commissione Provinciale di Perugia ne chiede la modifica

Calendario venatorio 2011-2012: III Commissione Provinciale di Perugia ne chiede la modificaCaccia in Provincia di Perugia: La Commissione, “Troppo restrittivo e limitante”, Guasticchi “Pacificare il mondo venatorio”. Cecchini, “Disponibili al confronto”.

Ripristino della giornata di pre-apertura (con la cosiddetta caccia agli “estatini”), cancellazione del carniere massimo stagionale per le specie allodola, quaglia e tortora (provvedimento ritenuto superfluo e inappropriato), estensione della caccia nella giornata di apertura anche ai corvidi e al colombaccio (considerato l’aumento del contingente nidificante in tutta la regione).

Sono queste alcune delle principali richieste avanzate dai membri della III Commissione consiliare della Provincia di Perugia, presieduta da Luca Baldelli, alla Regione Umbria, nel corso dell’audizione dell’assessore regionale alla caccia Fernanda Cecchini avente ad oggetto i contenuti del Calendario venatorio pre-adottato dalla Giunta Regionale per il 2011 e le politiche venatorie in generale.

Leggi tutto...

Calendario venatorio 2011/2012 presentato in Piemonte

Calendario venatorio 2011/2012 presentato in PiemontePiemonte: presentato il Calendario venatorio 2011/2012.

Il calendario venatorio 2011-2012, presentato dall’assessore Claudio Sacchetto, stabilisce che la stagione inizi il 18 settembre e termini il 31 gennaio e che il cacciatore può esercitare l’attività da un’ora prima del sorgere del sole fino al tramonto esclusivamente nelle giornate di mercoledì e sabato e domenica, ridotte a mercoledì e domenica nella zona delle Alpi, mentre la caccia di selezione agli ungulati è possibile per non più di due giorni a settimana a scelta tra lunedì, mercoledì, giovedì sabato e domenica.

Leggi tutto...

Calendario Venatorio Valle dAosta 2011-2012

Calendario Venatorio Valle dAosta 2011-2012Calendario Venatorio Valle d'Aosta 2011-2012: La Giunta regionale ha approvato il calendario venatorio 2011/2012.

Aosta, 11 giugno 2011 - Il Calendario Venatorio 2011-2012 della Valle d'Aosta ha sancito che la stagione della caccia in Valle d'Aosta aprira' il 4 settembre 2011, con la caccia a camoscio e capriolo, per chiudersi il 21 gennaio 2012 con la caccia in battuta a volpe e cinghiale.

Tra le novita' c'e' l'eliminazione delle 'cartoline' per il prelievo di capi cacciabili ed eliminazione delle zone di protezione parziale della coturnice. Le doppiette potranno iniziare a prendere di mira casino great britain camoscio e capriolo dal 4 settembre al 13 novembre, mentre dal 18 settembre al 16 novembre.

Leggi tutto...

Pagina 181 di 268

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner