domenica, 26 ottobre 2014

Caccia: Ultimo Aggiornamento12:58:54 PM GMT

RSS
Tu Sei Qui: Rubriche di Caccia Caccia e Cacciatori

CACCIA: Al Passo dalla «Posta»

CACCIA: Al Passo dalla «Posta»Caccia: Tordi e colombacci sono indubbiamente i protagonisti della vicenda migratoria che anno dopo anno, ormai da una eternità, interessa da nord a sud quasi tutte le regioni del nostro Paese, strategicamente proteso tra i paradisi di nidificazione e i caldi lidi di svernamento.

Testo e foto di Pierluigi Mugellesi

Il sottile piacere dell’attesa

Molti appassionati attendono tordi e colombacci al varco, presso appostamenti studiati per poter utilizzare i richiami, gabbie e piccioni, che li inducano a portarsi alla giusta distanza di tiro.

Leggi tutto...

Tordo: biologia della Specie Turdus e flussi migratori italiani ed esteri dei tordi

Tordo: biologia della Specie Turdus e flussi migratori italiani ed esteri dei tordiIl Tordo: In questo articolo descriveremo il tordo in tutti i suoi aspetti che lo riguardano: la biologia, l’alimentazione, l’habitat e la fenologia delle migrazioni. Conoscere una specie cacciabile e le sue abitudini, consente una sua più efficiente gestione e conservazione nel territorio.

Il tordo bottaccio, nome scientifico Turdus philomelos secondo la classificazione fatta da C.L. Brehm nel 1831, è un uccello della famiglia dei Turdidae.

Leggi tutto...

Cervi al Bramito: gli scatti raccontati

Cervi al Bramito: gli scatti raccontatiQuella del digiscoping è una passione che accomuna molti cacciatori che dopo anni di studio del selvatico cui danno la caccia, davvero non possono far a meno di immortalare le loro pose più naturali.

E’ nata prima la passione per la natura, poi quella per la caccia ed infine quella per la favolosa fotografia e per il digiscoping. Ne avete già sentito parlare? Ci si avvicina furtivamente al selvatico, cosa che noi cacciatori dovremmo saper fare a meraviglia, e gli si punta contro un obbiettivo, in attesa che qualche sua suggestiva posa ravvivi il nostro interesse e stimoli lo scatto.

Leggi tutto...

Caccia e Cacciatori: Il Selvatico Malato

Caccia e Cacciatori: Il Selvatico MalatoCaccia e Cacciatori: Che siano virali o parassitarie le malattie cui sono soggetti gli animali da caccia spesso rischiano di rendere inutile la fatica dell’attività venatoria. Ecco perché al buon cacciatore è richiesto di conoscere sintomi ed effetti delle malattie che possono colpire ungulati e volatili.

Diventare cacciatore d’esperienza è cosa lenta e difficoltosa che non richiede esclusivamente grande abilità nell’arte venatoria, astuzia e pazienza. Il buon cacciatore infatti deve conoscere con precisione l’ambiente all’interno del quale si terrà la battuta, ma soprattutto l’animale cui verrà data la caccia.  Conoscerne le malattie cui è soggetto, intuirne a priori lo stato di salute è cosa davvero importante, dato che catturare un selvatico malato, colpito da malessere virale o parassitario spesso si traduce in fatica inutile.

Leggi tutto...

Comprensori Alpini: Conoscere e saper gestire le proprie montagne

Comprensori Alpini: Conoscere e saper gestire le proprie montagne Enti privati con finalità pubbliche, i Comprensori Alpini consentono una corretta fruizione della natura da parte dei cacciatori, dei naturalisti e degli amanti della natura e garantiscono la tutela faunistica di un territorio tanto speciale e ricco quale è quello delle Alpi.

Un Comprensorio Alpino altro non è che un Ente privato che possiede delle finalità pubbliche e che si occupa sostanzialmente della gestione faunistica, venatoria, nonché ambientale di una porzione di territorio regionale. Ciascun comprensorio alpino, a seconda della provincia di riferimento, possiede il proprio statuto e Legge Regionale, per quanto tutti assecondino i dettami della Legge 11 febbraio 1992 n° 157.

Leggi tutto...

Aziende Agrituristiche venatorie Italiane. Cosa dice la Legge..

Aziende Agrituristiche ItalianeLe aziende agrituristiche venatorie italiane stanno conoscendo negli ultimi tempi un piacevole boom evolutivo, sostenute da numerosi cacciatori che le considerano ottima soluzione per trascorrere un fine settimana venatorio in compagnia dei vecchi amici.

La caccia si evolve, e anno dopo anno conosce nuove tecniche e nuove forme. Una delle più gettonate degli ultimi tempi è quella che si può praticare all’interno delle aziende agrituristiche venatorie, che si sono moltiplicate dopo l’uscita della legge 157 del 92.
Grazie a questa norma, molti terreni precedentemente incolti o disagiati, si sono trasformati in opportunità di reddito per i proprietari e possibilità di contatto non mediato con la natura per i cacciatori.

Leggi tutto...

Viaggio di Caccia all’estero con il proprio Cane

Viaggio di Caccia all’estero con il proprio CanePer compiere un viaggio venatorio al di fuori dei confini italiani, è indispensabile procurarsi una serie di documenti indispensabile per oltrepassare la frontiera con il proprio compagno di caccia. In questo articolo forniremo una serie di informazioni utili per fare chiarezza sull’argomento, invitando comunque il lettore a non smettere di informarsi presso le strutture adibite al rilascio di tali documenti.

In concomitanza con l’apertura della stagione venatoria in Italia, molti cacciatori sono propensi anche a compiere viaggi di caccia all’estero. Nel preparare un viaggio di questo genere, con il proposito di portarsi dietro il proprio cane con il quale si va sempre a caccia, occorre conoscere bene le procedure che consentano il trasporto dell’animale ed il suo ingresso in paese straniero.

Leggi tutto...

Caccia al Cinghiale: Scopriamo la Cacciarella e la Girata.

Caccia al Cinghiale: Scopriamo la Cacciarella e la Girata. Tecniche di Caccia al cinghiale di nuovo praticate da cacciatori italianiCaccia al Cinghiale: La battuta non è l’unica tecnica di caccia al cinghiale. Tutta da riscoprire, la Girata è un metodo più intimo e di minor impatto sul territorio.

Quando si parla di caccia al cinghiale di norma ci si riferisce alla cacciarella o battuta. Si tratta infatti della tecnica di caccia al cinghiale in squadra più diffusa. Ogni membro del gruppo possiede la sua importanza fondamentale e ciascuno è  responsabile della buona o cattiva riuscita della giornata venatoria proprio come in un vero e proprio gioco di squadra.

Tecnica meno nota, per lo meno in Italia, eppure particolarmente antica è quella della girata. Il gruppo è decisamente meno folto, la zona di caccia è relativamente piccola e di norma circondata da campi o prati.

Leggi tutto...

Pagina 10 di 18

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner