Senatore Carrara: Politica e futuro dell’attività venatoria

0

SU IL GIORNALE, LE PRECISAZIONI DEL SENATORE CARRARA  

Continua il botta e risposta sul quotidiano Il Giornale in merito all’identità partitica e al futuro dell’attività venatoria. Apice della polemica, il 15 dicembre scorso, con l’articolo del giornalista Oscar Grazioli intitolato “Né di destra né di sinistra. La caccia è solo in declino”.

“Grazioli, è proprio il caso di dirlo, dà i numeri” ha quindi replicato il 18 gennaio il sen. Valerio Carrara sulle pagine del Giornale “Sostiene che in vent’anni i seguaci di Diana siano scesi da 2 milioni a 500mila. Nel mio primo intervento – ha precisato Carrara – ho dichiarato che i cacciatori sfiorano il milione di unità. Se si aggiungono i praticanti delle discipline del tiro sportivo, del tiro al piattello, fossa olimpica e skeet, il numero raggiunge i 1.200.000?.

Non si possono infatti contare solo gli iscritti alle associazioni venatorie riconosciute a livello nazionale, ma occorre invece tenere presente anche le numerose associazioni regionali non censite, con decine di migliaia di iscritti.

“Mi dispiace signor Grazioli che lei disdegni una battuta di caccia, una passeggiata all’alba in mezzo alla natura respirando aria pura. Non è mai troppo tardi – ha concluso Carrara -, a tutto c’è rimedio”.

fonte: La Dea della caccia

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO