Swarovski Optik. Sempre più vicini alla natura: Digiscoper of the Year 2016

Il vincitore del concorso “Digiscoper of the Year 2016” di SWAROVSKI OPTIK è il malese Jonathan C.V. Soon. Con la foto intitolata “Like my red beard?” Vui Soon si è, infatti, aggiudicato il favore del pubblico e di una giuria internazionale, piazzandosi al primo posto su oltre 800 scatti.

0
digiscoper_of_year_2016_swarovski
Lo scatto vincitore del concorso “Digiscoper of the Year 2016” di SWAROVSKI OPTIK è quello del malese Jonathan C.V. Soon. con la foto intitolata “Like my red beard?”.

Il 2016 segna l’undicesima edizione del concorso “Digiscoper of the Year”, indetto da SWAROVSKI OPTIK allo scopo di far conoscere al grande pubblico questo speciale tipo di fotografia, che vede il connubio tra fotocamera e cannocchiale da osservazione. Prima dell’elezione del vincitore, le foto e i video inviati al sito www.digiscoperoftheyear.com sono stati suddivisi in quattro categorie: “Movimento e azione”, “Ritratto e macro”, “Mammiferi” e “Video”.  Una giuria esperta ha poi selezionato le foto vincitrici per categoria su oltre 800 scatti, seguendo criteri quali l’aderenza al tema del concorso, la qualità estetica delle fotografie e la loro nitidezza. Inoltre, tutti i visitatori del sito hanno avuto la possibilità di scegliere una foto preferita per ognuna delle quattro sezioni del concorso.

L’eccezionale nitidezza dei dettagli della foto del vincitore

Jonathan C.V. Soon non si è solo piazzato al primo posto della categoria “Ritratto e Macro” con la foto “Like my red beard?”, ma è anche stato designato come vincitore assoluto dell’intero concorso. Vui Soon si è aggiudicato come premio un set per il digiscoping firmato SWAROVSKI OPTIK dotato di cannocchiale da puntamento ATX/STX, adattatore TLS APO, base bilanciata, treppiede e testa per treppiede. “All’inizio del concorso, quando ho visto per la prima volta la foto ‘Like my red beard’ nella gallery, ho subito capito che aveva molte chance di vincere,” ci spiega la digiscoper e membro della giuria Tara Tanaka. “I colori, l’azione e l’eccezionale nitidezza dei dettagli hanno creato una sinergia perfetta, permettendo allo scatto di imporsi sugli altri.”

Primi piani unici e ritratti straordinari

digisoping_swarovski_optik_moretta
La foto vincitrice della categoria “Movimento e azione”. Scatto eseguito dallo svedese Peter Nilsson con un’anatra moretta (Aythya fuligula) intitolata “Tufted Duck.”

Ad aggiudicarsi, invece, il primo posto nella categoria “Movimento e azione” è stato lo svedese Peter Nilsson con la foto di un’anatra moretta (Aythya fuligula) intitolata “Tufted Duck.” Il vincitore della sezione “Mammiferi” è l’italiano Marcello Mancini con la foto di una lepre europea (Lepus europaeus) dal titolo “Mi faccio uno spuntino.” La categoria “Video” ha visto trionfare l’austriaca Gudrun Kaufmann con il filmato “Lovely Sunshine State” che mostra spettacolari immagini ravvicinate di animali tra cui urubù dalla testa nera, avvoltoi collorosso, piovanelli tridattili, anolidi ed altro ancora (Coragyps atratus, Cathartes aura, Calidris alba, Anolis, ecc.). Ognuno dei tre vincitori di categoria riceverà come premio un binocolo EL 32 firmato SWAROVSKI OPTIK.

SWAROVSKI OPTIK è un’azienda che fa parte del gruppo Swarovski e ha il suo quartier generale ad Absam, in Tirolo. L’azienda austriaca fondata nel 1949 si è specializzata nello sviluppo e nella produzione di strumenti ottici di altissima precisione, posizionandosi ai massimi livelli nel segmento più elevato di questo mercato. I binocoli, i cannocchiali da osservazione, i cannocchiali da puntamento e gli strumenti optoelettronici sono prodotti ambiti dagli utenti più esigenti. Il successo della nostra azienda si fonda sulla capacità innovativa, sulla qualità e sulla valorizzazione dei prodotti, nonché sul design straordinario tanto sul piano funzionale quanto estetico. La valorizzazione della natura è una componente essenziale della filosofia aziendale e trova la massima espressione in un costante impegno nell’ambito di progetti di tutela della natura e in una produzione a basso impatto ambientale. Nel 2015, il fatturato ha raggiunto i 132 milioni di euro (2014: 119 milioni di euro) con una percentuale di esportazioni del 91%. L’azienda ha circa 800 dipendenti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO