Tu Sei Qui: Viaggi di Caccia Viaggi: Aziende Agrituristiche Venatorie

Caccia a Daini, Cervi e Cinghiali in Toscana

Caccia a Daini, Cervi e Cinghiali in ToscanaCaccia in Toscana: Tutto il fascino dalla toscana e della caccia in territori ricchi di macchia, vegetazione e selvatici per un’esperienza rigenerante.

La Toscana si sa, è capace d’offrire grandi sorprese a chi sa godere delle sue bellezze che sono fatte di paesaggi, di natura, ma anche di selvatici a cinque stelle. E’ un po’ quello che accade a chi visita l’Azienda Agricola Brunelli, a conduzione familiare, immersa nella poco nota località Marciola. Ha tutte le carte in regola per essere un vero e proprio paradiso in terra: si estende per ben 597 ettari,  è un costante alternarsi di boschi di quercia, pini, oliveti e vigne che sono zona di conquista per i selvatici che scorrazzano liberi nella tenuta del signor Luciano.

Leggi tutto...

A Caccia in Toscana ospiti di Montelucci

A Caccia in Toscana ospiti di MontelucciCaccia in Toscana: L’occasione di vivere una bella esperienza di caccia in Toscana, ospiti dell’azienda venatoria Montelucci di Arezzo.

La Lepre Selvatica è Furba quanto basta per accendere la sfida negli occhi del cacciatore e del suo cane, selvatico doc e a cinque stelle, al quale l’arte venatoria da sempre porta rispetto. Solo chi si accompagna con il cane giusto e chi ha dalla sua esperienza, pazienza e dedizione ha la meglio contro questo selvatico che conosce alla perfezione il territorio nel quale vive e non di rado pare prendersi gioco di chi gli da la caccia.

Leggi tutto...

A Caccia nell'Azienda Agrituristica Faunistica Venatoria "Il Poggiolo"

A Caccia nell Azienda Agrituristica Faunistica Venatoria  Il Poggiolo “Il Poggiolo” è un’azienda agrituristica faunistica venatoria che rispecchia il coraggio di chi ha creduto nelle potenzialità del territorio, un tempo completamente abbandonato. Oggi è possibile soggiornare in quest’azienda e compiere battute di caccia, cosa impensabile fino al 1989.

L’Azienda Agrituristica il Poggiolo (provincia di Ravenna) è immersa nella Valle del Sintria, estendendosi tra due crinali appenninici, ad est il Casola Valsenio e ad ovest il Brisighella, a 410 metri s.l.m.. L’importanza della Valle del Sintria inizia dal 1300, quando veniva contesa per la sua ricchezza di boschi, il cui legname veniva utilizzato per la costruzione di carri, di armi pesanti, di barche e per il riscaldmento domestico.

Leggi tutto...

A caccia ospiti dell’Oltrepò Pavese

A caccia ospiti dell’Oltrepò PaveseCaccia nell'Oltrepò Pavese: Alcune  esperienze mettono il cacciatore in contatto con una natura selvaggia e confortante, tutta da vivere ed assaporare; si tratta di avventure che non si dimenticano facilmente e per viverle sarà sufficiente visitare la suggestiva valle Staffora.

Spesso sono i piccoli comuni appartati, isolati e  silenziosi quelli che godono di maggior fascino, alchimia indimenticabile di sport e natura, storia e tradizioni. E’ il caso del Comune di Santa Margherita di Staffora, e delle sue periferie, abbracciato dall’Appennino e dalla suggestiva valle Staffora, nel meraviglioso Oltrepò Pavese.

Leggi tutto...

A caccia sull’Appennino Tosco Emiliano

A caccia sull’Appennino Tosco EmilianoCaccia in Toscana al Palasaccio: Un viaggio a mezza strada fra il venatorio, il naturalistico, lo storico e il culturale: questo ed altro è l’Appennino Tosco Emiliano e l’indimenticabile Mugello.

E’ un’azienda venatoria solida, e con alle spalle una bella storia di passioni, di amicizia e di amore per la terra Il Palasaccio, che viene fondata nel 1989 nel suggestivo contesto del Mugello.
E i cacciatori che rispondono al richiamo della bella tenuta di caccia, dei sorprendenti scenari e degli invidiabili comfort (pensate che a disposizione è messa pure una piscina), certo non mancano.

Leggi tutto...

Caccia agli Ungulati in Toscana da Brunelli..

Caccia agli Ungulati in Toscana da Brunelli..Caccia agli Ungulati in Toscana: Il fascino della caccia in Toscana, fra ungulati, buona tavola e ottima compagnia.

I viaggi venatori sono sempre apprezzabili: consentono di scoprire realtà nuove, e aiutano il cacciatore a vivere esperienze indimenticabili. Ma quando si possono organizzare queste fughe dalla realtà di tutti i giorni verso le meravigliose periferie toscane, tutto assume un fascino diverso.

Probabilmente è proprio per questo che l’Azienda Agricola Brunelli ha deciso di sorgere a ridosso delle belle colline fiorentine, in località Marciola. Si tratta di una bella tenuta ampia 597 ettari, gestita a conduzione familiare e con attenzione per le tradizioni e per i luoghi.

Leggi tutto...

Riserva di caccia di Cegni nell’Alta Valle Staffora: esempio di equilibrio dell’ecosistema

Riserva di caccia di Cegni nell’Alta Valle Staffora: esempio di equilibrio dell’ecosistemaQuesta riserva di caccia di Cegni offre la possibilità ai cacciatori di non interrompere l’attività venatoria, poiché è aperta tutto l’anno. Esempio di un’equilibrata gestione e conservazione dell’ecosistema, la riserva di Cegni ospita un’ottima varietà di specie cacciabili.

La riserva di caccia di Cegni è situata nell’Alta Valle Staffora, nell'Oltrepo Pavese, nel Comune di Santa Margherita di Staffora, precisamente nel territorio delle frazioni di Fego e Cegni.
Lungo il fondovalle dello Staffora e del torrente Montagnola, alla quota di 700/800 metri sul livello del mare si intervallano, prati, coltivi e boschetti.

Leggi tutto...

Azienda Agrituristico-Venatoria "Re di Quaglie"

Azienda Agrituristico-Venatoria L’azienda Agrituristico-Venatoria "Re di Quaglie", a Doroslovo in Vojvodina, è una struttura in grado di offrire la possibilità ad ogni cacciatore di cimentarsi in diversi tipi di caccia delle più svariate specie animali cacciabili.

La caratteristica e moderna struttura di Re di Quaglie, situata a Doroslovo in Vojvodina a poca distanza tra Romania a Ungheria, è un’azienda agrituristica venatoria che offre la possibilità di trascorre una piacevole vacanza, con lo scopo anche della caccia, immersi in una atmosfera piacevole e signorile. L’azienda Re di Quaglie è gestita dal Conte Piero Arvedi d'Emilei, unico proprietario, di origine veneta, della struttura.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 4

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner