ATC Massa, lunedì 1° febbraio iniziano i corsi di abilitazione per cacciatori

Le lezioni dell'Ambito Territoriale di Caccia riguarderanno la balistica, il controllo delle popolazioni, gli ungulati e la formazione delle guardie venatorie.

0
Zona rossa

ATC MassaLunedì 1° febbraio 2016 cominceranno ufficialmente i corsi per l’abilitazione alla caccia di selezione agli ungulati, sicurezza in battuta, per interventi ex articolo 37 e per guardia venatoria volontaria organizzati dall’Ambito Territoriale di Caccia Massa 13. Le sedi scelte sono tre: si tratta del Castello di Terrarossa di Licciana Nardi (sede Aulla), la Sala Amendola di Carrara e gli Uffici Regionali di Agricoltura e Caccia (Uffici Territoriali). Le lezioni, inoltre, si svolgeranno dalle 21 a mezzanotte di ogni giorno previsto dal calendario. Quali sono le date precise e gli argomenti che verranno discussi? Nella sede di Aulla si parlerà di principi e metodi per la stima quali-quantitativa delle popolazioni, oltre alla riqualificazione ambientale e faunistica, la gestione dei danni alle colture e gli incidenti stradali.

Una intera giornata verrà dedicata agli ungulati e un’altra alla determinazione dei piani di assestamento e di prelievo, con alcuni cenni sul trattamento delle spoglie e delle carni. Tra gli altri argomenti dei corsi vanno ricordati i concetti di balistica, l’etica venatoria, le norme di pronto soccorso e sicurezza, il recupero dei capi feriti e le generalità del cane da traccia. Nella sede di Carrara, invece, si potranno seguire gli approfondimenti dedicati al cinghiale (riconoscimento, censimento, ciclo biologico e segni di presenza), al cervo e al capriolo (sempre in riferimento ai dettagli che sono stati appena elencati).

A Massa, poi, sarà possibile approfondire le varie tematiche legate al muflone e al daino. La durata dei corsi è determinata in base al programma stilato dall’ISPRA, dunque dall’inizio di lunedì prossimo saranno necessari almeno tre mesi per il completamento, poi si procederà con le lezioni per l’articolo 37 e 51 con un mese a testa. Tra l’altro, questa abilitazione per la caccia di selezione agli ungulati è stata pensata basandosi sulle linee guida nazionali. Di conseguenza, sarà valida su tutto il territorio italiano, anche se bisognerà tenere conto di alcune limitazioni che le province possono inserire per il rilascio delle equipollenze.

Per l’abilitazione relativa alle guardie venatorie volontarie è necessario il porto d’armi in corso di validità, in alternativa è possibile presentare la dichiarazione della volontà di rinnovo in caso di scadenza. La residenza in provincia di Massa Carrara e l’iscrizione all’ATC locale non sono necessarie per l’iscrizione, la quale è dunque aperta a tutti. I corsi di abilitazione al prelievo selettivo consentiranno di effettuare qualche assenza e di essere ammessi all’esame finale, mentre è previsto l’obbligo di frequenza per l’articolo 37 e l’articolo 51 per non perdere l’accesso all’esame conclusivo e all’abilitazione finale.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here