Cacciatori Lombardi: “Lasciateci andare a caccia senza complicarci la vita”

L'associazione è tornata a parlare della Legge di Semplificazione e dei suoi molti aspetti controversi, tra cui i nuovi quiz in corso d'opera.

0
Consiglio Regionale Lombardia

Cacciatori LombardiL’Associazione Cacciatori Lombardi ha pubblicato un nuovo comunicato stampa per sottolineare l’ennesima limitazione e gridare a pieni polmoni: “Non se ne può più, basta col complicarci la vita!“. L’ultimo esempio è quello delle modifiche approvate dal Consiglio Regionale della Lombardia per quel che riguarda la cosiddetta Legge di Semplificazione. Il pasticcio è stato ormai fatto, nonostante diversi consiglieri siano vicini al mondo venatorio.

ACL ha sottolineato i peggioramenti che si avranno con il testo normativo, in particolare in ambito cinofilo e di addestramento. Nello specifico, sono state introdotte multe che vanno da un minimo di 103 a un massimo di 619 euro, oltre al ritiro del tesserino venatorio in caso di recidiva: si tratta della violazione commessa da chi addestra o allena cani nelle zone non previste dalla legge. La burocrazia, inoltre, è scesa in campo a rovinare la consegna del tesserino al domicilio del cacciatore.

L’associazione non ha gradito nemmeno l’inserimento dei nuovi quiz in corso d’opera per gli aspiranti cacciatori, una novità che non ha atteso le prossime sessioni d’esame. Alcune di queste domande sono state definite ridicole, per non parlare del ritardo ingiustificabile per quel che riguarda la costituzione delle commissioni d’esame.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here