Il Comune di Gioi (SA) chiede selecontrollori e caccia in deroga per i cinghiali

Il sindaco ha chiesto provvedimenti urgenti all'ente parco, la situazione è stata definita di estrema gravità.

0
Novara

Selecontrollori e caccia in deroga per i cinghialiSono drastiche le misure richieste dal Comune di Gioi, in provincia di Salerno, per fronteggiare l’emergenza dei cinghiali. C’è stato un nuovo e grave incidente stradale e per questo motivo il sindaco Andrea Salati si è rivolto direttamente all’ente parco per riferire l’accaduto e pretendere provvedimenti. La tentazione di proclamare lo stato di emergenza è forte, anche se purtroppo la burocrazia non consente di modificare la situazione attuale.

Il primo cittadino campano si è detto pronto ad accogliere con favore la caccia di selezione, visto che gli abbattimenti mirati potrebbero ridurre in modo significativo gli ungulati, ma la soluzione non viene considerata definitiva. Salati ha suggerito di far ricorso alla caccia in deroga, tenendo conto del fatto che gli altri provvedimenti non hanno prodotto risultati utili e il caso è di estrema gravità.

Inoltre, vanno tutelate le colture agricole, i boschi e le acque, importanti come la sicurezza pubblica e la salute. Il sindaco ha sottolineato come le decisioni verranno prese ugualmente, anche se non condivise, in caso di mancato intervento.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here