Impugnato il calendario 2017-2018 della Sardegna, ricorso contro la caccia a lepri e pernici

Il Gruppo di Intervento Giuridico ritiene eccessivo il carniere previsto per le due specie, tenuto conto delle loro consistenze.

0
Cannelloncini di Pernice

Calendario 2017-2018 della SardegnaNon passa giorno senza che si parli di ambientalisti e animalisti che si scagliano contro la caccia. Dopo il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia contro il calendario venatorio 2017-2018, una vicenda simile si sta registrando in Sardegna. L’associazione Gruppo di Intervento Giuridico ha impugnato il calendario della Sardegna tramite un ricorso al TAR contro le giornate dedicate alla caccia alla lepre e alla pernice.

Il presidente della onlus, Stefano Deliperi ha spiegato come il ricorso sia stato pensato per contrastare le giornate del 24 settembre e 1° ottobre prossimi. In particolare, non è stato “digerito” il carniere, molto vicino a 72mila lepri e a 144mila pernici sarde, selvaggina che potrà essere cacciata da quasi 36mila cacciatori isolani autorizzati.

Il Gruppo ritiene che l’autorizzazione del prelievo venatorio sia arrivata nonostante la scarsa conoscenza delle consistenze degli animali, con la definizione “tendenti alla diminuzione” che si può leggere nel piano faunistico-venatorio sardo. Gli incendi e la siccità sono altri due motivi di rafforzamento del ricorso, visto che la Regione ha dichiarato lo stato di avversità atmosferica.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here