L’annuncio della FITAV: “Il tiro a volo è pronto per ripartire”

In attesa del via libera da parte del Governo e delle Autorità Competenti, ci si è già organizzati per tempo.

0
FITAV

FITAVIl Tiro a Volo è pronto per ripartire. A confermalo è il Presidente Federale Luciano Rossi al termine della quarta riunione del Consiglio Federale, seconda in videoconferenza per l’emergenza COVID-19. “Così come anticipato nei giorni scorsi, abbiamo fatto un grande lavoro ed abbiamo assunto decisioni importanti per il Tiro a Volo italiano. Alla videoconferenza hanno partecipato tutti i Consiglieri Federali e come sempre le nostre deliberazioni sono state all’unanimità, con una coesione di intenti profonda che dimostra l’assoluta sintonia con la quale abbiamo lavorato”. Tante le decisioni assunte per fronteggiare l’emergenza e superare insieme la crisi che ne rappresenta la naturale conseguenza.

“Abbiamo licenziato il nuovo calendario federale, che resta sostanzialmente lo stesso rispetto a quello già deliberato in precedenza ma con le modifiche dettate dalla contingenza dello stop forzato in questi mesi. In attesa del via libera da parte del Governo e delle Autorità Competenti, ci siamo già organizzati per essere in pedana anche dal 6/7 giugno, se ce ne verrà data la possibilità. Oltre al contributo di solidarietà già deliberato ed erogato alle 354 Società affiliate, a cui se ne sono aggiunte altre 7 che erano in attesa di formale riconoscimento già prima dell’emergenza, abbiamo cancellato le tasse federali di iscrizione alle gare nazionali per incentivare la partecipazione dei tiratori. Inoltre, abbiamo deciso di congelare le retrocessioni per la stagione 2020. Tecnicamente si potrà solo ‘crescere’ e non indietreggiare.

Tornando alle ASD, abbiamo assegnato un contributo a quelle che avrebbero dovuto organizzare gare Nazionali o regionali valide per la qualificazione nazionale e che sono state cancellate a causa della pandemia. Insomma, abbiamo cercato di offrire a tutti un aiuto concreto”. La piena sintonia di intenti all’interno del Consiglio Federale è stata confermata anche nei rapporti intercorsi con il CONI, la Preparazione Olimpica e Sport e Salute, con i quali sono state tracciate le linee guida per la ripresa e per l’obiettivo dei Giochi Olimpici del prossimo anno. “Inoltre ci siamo dedicati ai tanti adempimenti formali ed amministrativi che, soprattutto in un momento come questo, sono molti e importantissimi.

Ci prepariamo ad approvare un bilancio consuntivo 2019, inizialmente previsto con passività e che invece si chiuderà in utile, e gli interventi per il miglioramento delle dotazioni impiantistiche e per quelle informatiche, sia della Federazione sia delle nostre ASD. Molta attenzione abbiamo posto anche alla questione della ripartenza in sicurezza con la relazione del Collegio Tecnico Giuridico e del coordinatore Stefano Rosi”. “Infine abbiamo deliberato il tanto atteso regolamento arbitrale che, dopo l’approvazione del CONI, diventerà effettivo”.

L’impegnativa giornata del Presidente Rossi e del Consiglio Federale proseguirà alle 18 con una videoconferenza alla quale sono stati invitati i Delegati Regionali per fare una panoramica sulle delibere adottate per l’attività territoriale. “Sono molto soddisfatto del lavoro fatto da tutti gli attori del nostro mondo. Grazie all’impegno di tutti abbiamo affrontato questa crisi in maniera costruttiva e ci presentiamo alla ripresa più forti di prima”. La prossima riunione del Consiglio Federale è prevista entro la fine del mese di giugno.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here