Caccia in deroga agli storni, la Regione Toscana scrive ai cacciatori

Bisogna comunicare tramite posta elettronica quanti capi sono stati prelevati entro il prossimo 20 novembre.

0
Storno

Caccia in deroga agli storniLa Regione Toscana ha pubblicato una importante comunicazione che riguarda i cacciatori: più precisamente, l’ente locale si è rivolto a tutti coloro che hanno abbattuto almeno uno storno entro la data odierna, giovedì 10 novembre 2016. Si sta parlando del prelievo venatorio in deroga a questo volatile, in base alla Delibera 602 del 2016 della Giunta Regionale che si riferisce proprio all’attuale stagione venatoria.

I cacciatori dovranno comunicare alla stessa Regione quanto sono i capi che hanno abbattuto nel periodo compreso tra il 1° settembre e il 10 novembre. La comunicazione, inoltre, potrà avvenire soltanto tramite posta elettronica. Dovrà infatti essere utilizzato l’indirizzo mail federico.merli@regione.toscana.it entro il prossimo 20 settembre: nel testo bisognerà scrivere il numero di storni abbattuti, nome e cognome del cacciatore e il suo codice fiscale. Gli uffici regionali competenti sono comunque a disposizione per ogni chiarimento.

La delibera dello scorso 21 giugno si riferisce a tutto il territorio della Toscana, esclusivamente in presenza di colture e attività agricole. La Regione ha stabilito che sono 23mila i volatili che possono essere prelevati: questa caccia in deroga è cominciata lo scorso 18 settembre e terminerà il prossimo 15 dicembre.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here