1° Gran Premio Fossa Olimpica e Skeet: Oro per De Filippis e Tazza

0

Si è concluso il 1° Gran Premio della stagione 2010 delle specialità Fossa Olimpica e Skeet che ha visto la partecipazione di oltre 350 tiratori suddivisi in due strutture, rispettivamente il Tav Acquaviva di Cellino Attanasio (TE) e quelle del Tav Valle Aniene di Lunghezza (RM). Nella gara di Fossa Olimpica, nella categoria Eccellenza il migliore è stato Mauro De FIlippis (Fiamme Oro) di Taranto che, qualificatosi alla finale con un quasi perfetto 124 su 125, nella serie decisiva si è fatto raggiungere dal riminese Albino Del Baldo a quota 144/145 e lo ha regolato allo shoot-off con +4 a +3. Oro quindi per l’agente della Polizia di Stato e argento per Del Baldo. Il bronzo del milanese Stefano Pavan (143) ha completato il podio.

Tra le Ladies il primo posto è stato appannaggio dell’infallibile Jessica Rossi. La bolognese che nel 2009, a soli 17 anni, ha conquistato il titolo Europeo e quello Mondiale, ha regolato tutte le avversarie salendo sul gradino più alto del podio con 89 centri su 100. Alle sue spalle la romana Federica Caporuscio (88) che, arrivata prima in finale, non ha saputo contrastare la tensione della serie decisiva e si è dovuta accontentare dell’argento. Il gradino più basso del podio ed il bronzo se li è aggiudicati la reatina Celeste Pozzi con 86.

Nel comparto degli Juniores il primo posto è stato conquistato da Giulio Fioravanti (Forestale) di Roma con il punteggio di 140/150 seguito da Carlo Mancarella (137) di Brindisi e da Valerio Grazini (134 +1), rispettivamente secondo e terzo. Per quanto riguarda lo Skeet, nel comparto dei tiratori di Eccellenza l’oro ed il gradino più alto del podio sono andati a Giancarlo Tazza (Fiamme Oro) di Caserta con lo score totale di 143/150. Alle sue spalle, per l’assegnazione delle altre due medaglie si è dovuto procedere ad uno spareggio tra il romano Marco Sablone (Fiamme Oro) ed il latinense Christian Eleuteri (Forestale) appaiati a quota 142. Alla fine Sablone è riuscito a mantenere i nervi più saldi e si è messo al collo l’argento lasciando ad Eleuteri il bronzo.

La gara femminile ha visto trionfare una Diana Bacosi (Esercito) in ottima forma che, chiudendo a quota 95/100, è salita sul gradino più alto del podio con uno scarto di 5 piattelli rispetto alla diretta inseguitrice la romana Simona Scocchetti (Esercito) (90) che si è dovuta accontentare della piazza d’onore. Al terzo posto la Campionessa Olimpica di Pechino 2008 Chiara Cainero (Forestale) di Udine che ha chiuso a quota 86/100. Infine per il comparto del Settore Giovanile l’oro è andato a Tammaro Cassandro di Caserta con 140/150, seguito da Vincenzo Grizi (138 +14) di Roma e Gabriele Rossetti (138 +13) di Prato, rispettivamente secondo e terzo.

Fonte: Fitav

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here