A Bergamo si parla delle prospettive presenti e future dello stambecco alpino

Il convegno si svolgerà ad Albino il prossimo 10 marzo ed è stato organizzato dal circolo UNCZA e dalla Federcaccia.

0
Stambecco alpino

Stambecco alpinoL’Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi (UNCZA – Associazione Settoriale della Federazione Italiana della Caccia) in collaborazione con la FIDC provinciale di Bergamo e il Circolo delle Prealpi Orobiche, ha organizzato un Convegno Nazionale sullo Stambecco Alpino. Si parlerà della più stretta attualità su questa specie e le inevitabili prospettive future. L’appuntamento è stato fissato per sabato 2 marzo 2019 presso l’Auditorium “Benvenuto e Mario Cuminetti” di Albino (in provincia di Bergamo).

Gli interventi in programma saranno davvero numerosi. Il programma prevede il saluto delle autorità alle 9 e poi la presentazione da parte di Lorenzo Bertacchi, presidente di Federcaccia Bergamo. La prima relazione sarà quella di Luca Pedrotti che approfondirà la storia dello stambecco alpino e la sua presenza. Alle 10 sarà invece la vola di Giacomo Moroni e del suo intervento incentrato sull’animale nelle Orobie Bergamasche.

Si proseguirà alle 10:30 con gli esempi di gestione sanitaria a cura di Luca Rossi, mentre alle 11 Jessica Franceschina focalizzerà l’attenzione sulla situazione gestionale attuale degli stambecchi e le prospettive dei prossimi anni. Le conclusioni, previste alle 11:30, verranno affidate a Sandro Flaim. In poche parole l’evento è ricco di spunti e riflessioni su una specie di cui si tende colpevolmente a parlare troppo poco.

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here