A Catanzaro fa discutere l’assegnazione delle zone di caccia al cinghiale

Il consigliere comunale Sergio Costanzo considera il fatto gravissimo: il vicepresidente del Consiglio Regionale è stato invitato a intervenire.

0
WWF

Caccia al cinghialeSergio Costanzo, consigliere comunale di Fare per Catanzaro, ha denunciato la grave situazione che sta riguardando l’Ambito Territoriale di Caccia Catanzaro 1. In particolare, Costanzo ha parlato dello stravolgimento irregolare delle zone di caccia al cinghiale, un fatto che sta penalizzando diverse squadre di cinghialisti assegnatari da anni, a favore di altre di paesi adiacenti al capoluogo.

C’è stata anche la nomina di un commissario per consentire al Comitato di Gestione di funzionare: secondo Costanzo, la squadra è però ancora composta dal figlio e dai parenti del commissario che si è appena dimesso. Nel breve periodo di gestione sono state revocate le zone già assegnate nel corso degli anni precedenti, una violazione del disciplinare sulla caccia al cinghiale, secondo cui l’assegnazione deve tenere conto di diverse priorità, in primis la riconferma delle aree già affidate alle squadre.

Costanzo non ha escluso il ricorso alle autorità giudiziarie, nel frattempo il vicepresidente del Consiglio Regionale della Calabria, Enzo Ciconte, è stato invitato a intervenire sulla vicenda, anche perchè il commissario nominato è un uomo di sua fiducia.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here