L’UNCZA premierà le migliori tesi di laurea sulla caccia alpina e la sua storia

L'associazione ha promosso un bando di concorso destinato ai laureati nel 2017 in materie che hanno a che fare con la fauna selvatica.

0
UNCZA

UNCZAL’Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi (UNCZA) ha deciso di promuovere nuovamente il bando di concorso per assegnare due premi per tesi di laurea. Gli argomenti da sviluppare saranno quelli relativi alla biologia, etologia e gestione della fauna selvatica alpina, senza dimenticare la storia e l’evoluzione della caccia, sempre nell’arco alpino del nostro paese.

La partecipazione è aperta ai laureati nel corso del 2017: il modulo è disponibile nel sito web della Federcaccia e ci sarà tempo fino alle 12 del 31 dicembre per la presentazione. Una commissione valuterà le tese e ai vincitori andrà un premio in denaro pari a mille euro. Oltre alla domanda, poi, si dovrà presentare la copia della tesi di laurea, la fotocopia del documento di riconoscimento e la fotocopia del diploma di laurea.

La commissione giudicatrice sarà formata dal presidente dell’UNCZA, da un rappresentante dell’ISPRA, da un rappresentante della Fondazione Mach, due esperti in fauna selvatica e un esperto di storia della caccia in ambito alpino. I premi verranno infine consegnati in forma unitaria dall’associazione nel corso di un’apposita cerimonia: chi non avrà la possibilità di essere presente alla consegna, potrà rimediare entro trenta giorni dalla cerimonia.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here