L’UNCZA premierà due tesi di laurea sulla storia della caccia alpina

La valutazione degli elaborati spetterà a una commissione giudicatrice: sono previsti premi in denaro per un valore di mille euro.

0

Storia della caccia alpinaL’UNCZA (Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi), settoriale Federcaccia, ha bandito un concorso per assegnare due premi per tesi di laurea nell’ambito della biologia, dell’etologia e della gestione della fauna selvatica alpina. Gli argomenti devono riguardare la storia e l’evoluzione della caccia per quel che riguarda l’arco alpino del nostro paese. La partecipazione al bando è aperta a tutti gli studenti che termineranno il loro corso di laurea nell’anno 2017: per i due vincitori è previsto un premio in denaro del valore di mille euro.

Tutti gli elaborati verranno valutati da una commissione giudicatrice composta da personalità di rilievo in ambito venatorio. Si tratta del presidente dell’UNCZA, il quale presiederà l’intera commissione, un rappresentante dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), un rappresentante della Fondazione Mach, due esperti di fauna selvatica (nominati dal consiglio nazionale dell’Unione) e un esperto di storia della caccia alpina (sempre nominato dal consiglio nazionale). Nei prossimi giorni ci sarà la pubblicazione della locandina ufficiale con la domanda di partecipazione e tutti i dettagli per saperne di più sulle tesi.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here