Arci Caccia Grosseto: “No a scorie nucleari nella Valle dell’Ombrone”

La decisione del Governo di individuare in un’area del Comune di Campagnatico un sito di stoccaggio di rifiuti nucleari ha colto di sorpresa.

0
Livorno

GrossetoLa decisione del Governo di individuare in un’area del Comune di Campagnatico un sito di stoccaggio di rifiuti nucleari ci ha colto di sorpresa e sicuramente non ci trova d’accordo. La Provincia di Grosseto è un gioiello naturalistico che, dalla Maremma all’Amiata, accoglie ogni anno milioni di turisti attratti dalla sua natura incontaminata.

Non siamo in grado di interpretare le ragioni tecniche che hanno portato a questa scelta, ma non possiamo accettarla. Noi cacciatori viviamo il territorio, gestendolo e vigilando sulla sua buona salute. Vista la nostra grande conoscenza e il profondo rispetto che proviamo per questa terra di olio, vino, prodotti caseari, carni biologiche e agriturismo, non possiamo assolutamente approvare un suo uso come discarica delle sostanze più pericolose mai concepite dall’uomo.

Per questo, chiediamo alle Associazioni Venatorie, a quelle degli agricoltori, agli ambientalisti e a tutte le istituzioni, una mobilitazione generale per impedire che si compia un errore così imperdonabile, capace di minare la salute delle persone e l’economia di un’intera area della nostra Regione (Renzo Settembrini – Presidente Provinciale Arci Caccia Grosseto).

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here