Bracconaggio: cacciavano di frodo cinghiali nel parco nazionale dell’Alta Murgia, denunciati due bracconieri

0

Bracconaggio: A caccia nel Parco dell’Alta Murgia: denunciati due bracconieri. Un 34 enne e un 35enne di Palo del Colle, sono stati sorpresi in piena notte dalla Forestale in località Lama Reale, a Ruvo. Nella loro auto un fucile e numerose cartucce a piombo grosso, normalmente utilizzate per la caccia al cinghiale.

Nei guai sono finiti due uomini di 34 e 35 anni, entrambi di Palo del Colle, denunciati dal Corpo forestale dello Stato per porto abusivo di arma comune da sparo in luogo pubblico, introduzione di arma ed esercizio venatorio nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia (attività entrambe vietate in quanto si tratta di un’area protetta) e il reato di resistenza a pubblico ufficiale, per essersi dati alla fuga dopo l’alt intimato dai Forestali. I due sono stati intercettati in località Lama Reale, nell’agro di Ruvo di Puglia, mentre erano a bordo di una utilitaria, “in chiaro atteggiamento di caccia”, spiega una nota del Corpo forestale dello Stato. “L’auto procedeva a luci spente, tanto da insospettire la pattuglia della Forestale, che, accesi i lampeggianti, ha intimato l’alt”. I due però hanno tentato una fuga, dando vita ad un inseguimento che si è protratto fino a quando i forestali hanno fermato e sottoposto a controllo l’auto.

Nell’abitacolo è stato rinvenuto un fucile da caccia carico, unitamente a numerose cartucce a piombo grosso, normalmente utilizzate per la caccia al cinghiale, e ad un faro alogeno predisposto per l’innesto sull’arma.

BariToday

28.01.2015

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here