Bracconaggio e dintorni: Ferrara, cacciavano gli aquatici con un richiamo elettronico

0

Polizia Provinciale FerraraDue bracconieri sono stati sorpresi dalla Polizia Provinciale di Ferrara nelle valli lagunari di Comacchio mente cacciavano anatidi utilizzando un richiamo acustico elettronico.

Nella giornata di ieri 16 Novembre 2011 dopo alcune ore di appostamento hanno colto in flagranza due cacciatori di frodo nelle valli lagunari di Comacchio, precisamente nella zona Pre Parco, mentre cacciavano con l’utilizzo illecito di un dispositivo elettronico capace di riprodurre il verso degli anatidi.

Gli agenti della Polizia provinciale durante la notte si sono inoltrati nel bel mezzo delle valli lagunari di Comacchio utilizzando una imbarcazione si sono appostati nei pressi della zona di caccia attendendo l’arrivo dei bracconieri.

Dopo qualche ora, in concomitanza della comparsa dei primi acquatici, si è acceso il richiamo elettronico che è stato più volte riutilizzato fino a quando gli uomini della Polizia Provinciale hanno deciso di intervenire e porre fine alla illecita attività venatoria.

L’uso del fonofilo nell’attività venatoria è vietato dalla legge in quanto attira ingannevolmente gli i volatili penalizzando inoltre gli onesti cacciatori che non fanno uso di questi sotterfugi illegali.

I due bracconieri sono stati denunciati a piede libero per rispondere del reato di esercizio della caccia con l’uso del richiamo acustico; lo stesso reato prevede un’ammenda di oltre 1.500 euro.

Inoltre i due personaggi non potranno praticare la caccia nell’area pre-Parco per otto settimane ed i loro fucili, con relative munizioni, nonché lo stesso richiamo elettronico sono stati sequestrati; il fonofilo è stato sequestrato ai fini della successiva distruzione.

Il Comandante della Polizia provinciale di Ferrara, Claudio Castagnoli ha così commentato l’intervento effettuato, “Ringrazio per l’attività profusa dai colleghi in un servizio che è durato molte ore, di notte e nelle valli. Con questo lavoro prosegue l’impegno nel provare ad alzare sempre più l’asticella della legalità e del rispetto delle regole da parte di tutti, cacciatori compresi”.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here