Caccia: a Mestre si parla di radiotelemetria satellitare e di avifauna migratoria

L'evento è un seminario organizzato dalla Federcaccia: si parlerà della telemetria applicata alle cesene e anche di beccacce.

0
Radiotelemetria satellitare

Radiotelemetria satellitareFra meno di due settimane la sede CONI di Mestre (provincia di Venezia) di Via del Gazzato ospiterà un evento organizzato dalla Federcaccia locale. Si tratta di un seminario che è incentrato sulla radiotelemetria satellitare e sull’avifauna migratoria. L’appuntamento si avvale del contributo finanziario della Regione Veneto, per la precisione l’Assessorato alla Caccia e alla Pesca. I lavori inizieranno alle 9 di martedì 6 novembre 2018 con il vicepresidente della Federcaccia nazionale, Lorenzo Carnacina, che introdurrà gli argomenti e darà spazio agli interventi tecnici.

Ad iniziare alle 9:45 sarà Michele Sorrenti – responsabile scientifico dell’Ufficio Avifauna Migratoria della FIdC– che parlerà della telemetria satellitare nella gestione dell’avifauna migratoria; si proseguirà alle 10:30 con Antonella Labate – Ufficio Tecnico federcaccia Lombardia – sul progetto della telemetria applicata alla Cesena intrapreso da FIdC Lombardia; alle ore 11:30 Alfonso Lenzoni – Presidente ACMA – illustrerà i risultati ottenuti e gli sviluppi futuri del progetto “AnaSat” e alle 12:15 Nicoletta Perco – referente italiana del Progetto Waldrappteam – si occuperà dell’utilizzo del GPS nel progetto di reintroduzione dell’Ibis Eremita in Europa.

A concludere la parte dedicata agli interventi, alle 14:15 sarà Alessandro Tedeschi – Presidente Associazione “Amici di Scolopax” – sulla ricerca a favore della conoscenza della beccaccia tra passato, presente e futuro. Alle ore 15, infine, si aprirà una tavola rotonda con i relatori.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here