Caccia: Brescia, adempimenti per il censimento richiami vivi

0

Uccelli da richiamo uso venatorioCaccia: Brescia, la Associazione Venatorie riunite illustrano gli adempimenti necessari per il censimento degli uccelli da richiamo vivi per uso venatorio ai fini dell’inserimento in banca dati.

Nel corso di una riunione delle associazioni venatorie, tenuta martedì 29 ottobre scorso nella sede dell’assessorato provinciale alla Caccia, sono stati dettagliatamente illustrati gli adempimenti che i cacciatori devono espletare per completare l’iter del censimento dei richiami vivi posseduti per l’inserimento in banca dati. Avremo modo di ritornare sull’argomento: ora ci limitiamo a riportare le disposizioni dettate dall’assessorato, che ringraziamo per l’aver assunto l’impegno di inserire direttamente tutti i dati degli anellini di tutti i cacciatori, sia che abbiano adempiuto al censimento, sia che vi provvedano ora, fissando come termine ultimo il prossimo 30 dicembre 2013. Il cacciatore che ha compilato i moduli 1 e 2 non deve fare più nulla. Riceverà gli anelli in sacchetto personalizzato. I sacchetti saranno inviati dalla ditta fornitrice alla Provincia che li consegnerà al cacciatore o alle associazioni venatorie. Entro il 15 aprile 2014 devono essere sostituiti tutti gli anellini (fascette). Il cacciatore che ha compilato il modulo 3 deve solo compilare il modulo 2 con i codici dei richiami di allevamento e consegnarli alla propria associazione o alla provincia (solo in casi eccezionali) entro il 30 dicembre 2013.

Per i richiami di cattura non è richiesto nulla in quanto vengono sostituiti tutti gli anellini sia leggibili che illeggibili. 1) Le associazioni raccolgono i moduli 2 e li consegnano alla Provincia entro il 30 dicembre 2013 con allegato elenco che il Broletto timbrerà per ricevuta (i cacciatori le cui associazioni non intendono aderire al censimento possono consegnare i moduli direttamente alla Provincia, solo brevi manu); 2) la Provincia, entro il 15 febbraio 2014, provvederà al data entry dei codici dei richiami allevati.

Il cacciatore che non ha aderito alla creazione della banca dati potrà farlo entro e non oltre il 30 dicembre 2013: a) deve compilare il modulo 1 (indicando la quantità di tutti i richiami di cattura posseduti, sia che si legga o no il codice) e modulo 2 (indicando tutti i codici dei richiami di allevamento); b) i moduli vanno consegnati alle associazioni che li trasmettono agli uffici provinciali con allegato elenco per ricevuta entro e non oltre il 30 dicembre 2013.

I cacciatori, che ad oggi non possono ancora accedere alla banca dati, troveranno al suo interno i richiami dichiarati a luglio 2013 e i richiami eventualmente ricevuti ai centri nella corrente stagione venatoria (che la Provincia inserirà in banca dati entro fine gennaio dell’anno prossimo).
6 novembre 2013

Fonte: BresciaOggi

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here