Cani da caccia – Campionato Cisp, l’Emilia Romagna davanti a Campania e Lazio

Campionato Cisp, l’Emilia Romagna davanti a Campania e Lazio. Denise della Becca vince il Trofeo Tassara. In autunno, per gli spinonisti, l’appuntamento principe è il Campionato Cisp di caccia per delegazioni regionali con selvatico abbattuto...

0

cani cacciaIn autunno, per gli spinonisti, l’appuntamento principe è il Campionato Cisp di caccia per delegazioni regionali con selvatico abbattuto. Un campionato che quest’anno, domenica 30 settembre, in collaborazione con il gruppo cinofilo viterbese, è svolto in terra di Tuscia, ad Acquapendente nell’Azienda faunistico venatoria “La Gallicella e con l’organizzazione del neo delegato regionale del Lazio Sandrino Piacentini. Condizioni climatiche ideali, terreni adeguati e selvatici ben distribuiti. Sei le squadre ufficialmente presentate e diverse iscrizioni individuali.

Il campionato è stato preceduto, sabato 29 novembre, da una prova di caccia per continentali italiani dedicata a Giorgio Tassara. Un lotto di cani importante e quattro batterie giudicate da Mario Di Pinto, Raffaele Pozzi, Luca Massimino e Giuseppe Bonacina. Il Trofeo Tassara lo ha vinto lo spinone Denise della Becca, condotto da Dario Berna (proprietario Ambrogio Garbelli), che con il primo eccellente primeggia nella sua batteria.

La vittoria del Trofeo è dovuta alla giovane età rispetto al bracco italiano Luchino di Cascina Croce, condotto da Fabio Angelini (proprietario Cesare Manganelli), anch’esso al primo eccellente nella sua batteria. Primo molto buono per lo spinone Ferentum Ascanio di Sandrino Piacentini (proprietario Giancarlo Prati) che, comunque, è stato il conduttore più premiato nelle due giornate con tre qualifiche acquisite. Lo stesso Ferentum Ascanio ha ottenuto il primo eccellente nella batteria di Campionato e per Piacentini anche un secondo Molto Buono con Ferentum Tea (proprietario Stefano Fanti).

Le altre batterie di campionato sono state vinte con il molto buono da Dora di Cappella Reale di Luigi Iacobucci (Campania, proprietario Antonio Iacobucci)) e Tarros del Buonvento di Oriano Zuccheri (Emilia Romagna, proprietario Oriano Zuccheri). Da segnalare anche il terzo molto buono di Natalina di Morghengo di Giampiero Giroldi (proprietario Franco Fusi). Segnalazioni anche per i cani di Graziani, Calbi, Missiroli, Barelli, Renzi, Formichi, Presenti, Marchetti, Giancotti, Iacobelli, Luciano e Antonielli, Selvi e Morioli nel Tassara.

I titoli non sono stati assegnati perché il regolamento prevede che debbano essere almeno due i cani in classifica per ogni singola rappresentativa regionale comunque la classifica finale vede al primo posto l’Emilia Romagna, al secondo la Campania e al terzo il Lazio. Per loro il plauso del presidente del Cisp Marco Lozza. Alla fine foto ricordo per tutti insieme allo sponsor Mister Mix e un arrivederci al Trofeo Massimino giunto quest’anno alla trentesima edizione e che si svolgerà a Borghetto di Civita Castellana dal 14 al 17 dicembre.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here