Federcaccia Caponago, prova di caccia pratica su starne liberate

Il 2 e 3 aprile prossimi la ZAC del comune lombardo ospiterà l'undicesima edizione del Memorial Francesco Gaviraghi.

0
starne in Romania

Federcaccia CaponagoIl fine settimana di sabato 2 e domenica 3 aprile 2016 è stato scelto dalla sezione comunale di Caponago (provincia di Monza-Brianza) della Federazione Italiana della Caccia per organizzare una prova di caccia pratica su starne liberate senza sparo. Si tratta della undicesima edizione del Memorial Francesco Gaviraghi, un appuntamento molto interessante e che si avvale del contributo dell’Ambito Territoriale di Caccia Brianteo. Il luogo selezionato in questo caso è la Zona di Addestramento Cani (ZAC) tipo B temporanea che si trova nel terreno libero del comune caponaghese. Per la precisione, la zona di svolgimento è quella della Cascina Cassinazza.

Dopo aver ricordato che l’intero ricavato di questa manifestazione verrà devoluto in beneficenza, è necessario ricordare come la gara partirà alle 14 nella giornata di sabato, mentre in quella di domenica si comincerà alle 7:30. Per quel che riguarda i premi, poi, le categorie in lizza per l’assegnazione sono due, vale a dire Continentali e Inglesi. Entrambe prevedono altre due categorie, “Libera” e “Cacciatori”, con medaglie d’oro e prodotti enogastronomici in palio. Entrambe le categorie prevedono il barrage.

La selvaggina valida è ovviamente rappresentata dalle starne, di conseguenza il comportamento dei cani sulle altre specie di selvatico sarà utile solamente ai fini della loro correttezza e del grado di addestramento raggiunto. Le prestazioni verranno valutate in base ad elementi ben precisi. Ad esempio, i giudici considerano in maniera favorevole le andature molto veloci e sostenute, oltre che prive di flessioni per tutta la durata del turno. La cerca deve essere intelligente e di profondità adeguata, mentre ogni cane ha il compito di mettere in mostra e in evidenza lo stile della sua razza, con coraggio e avidità, senza trascurare la risposta ai richiami del conduttore.

Cerca, ferma e consenso devono essere tali da mostrare ottime qualità dal punto di vista naturale: in aggiunta, non vanno dimenticate la potenza dell’olfatto, la prontezza dei riflessi, la sicurezza e la continuità di azione. Tra l’altro, secondo quanto stabilito dal regolamento dell’ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana), tra la selvaggina valida per la prova di caccia pratica si possono includere anche la pernice rossa e la pernice sarda nel caso in cui le condizioni del terreno siano favorevoli e giudicate idonee dalla giuria. In passato le gare svolte in Lombardia hanno garantito la presenza di starne di ottima qualità, con alcune difficoltà incontrate dai concorrenti che non hanno comunque pregiudicato lo spettacolo finale, dunque c’è molta aspettativa anche per l’undicesimo anno del Memorial Gaviraghi.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here