Libera Caccia Veneto: “Ripristinare la caccia al colombaccio in preapertura”

L'associazione non ha apprezzato il fatto che dopo cinque anni sia stato vietato questo prelievo nel calendario venatorio 2016-2017.

0
Caccia al colombaccio

Caccia al colombaccioLa sezione del Veneto dell’Associazione Nazionale Libera Caccia si è rivolta al governatore della regione, Luca Zaia, all’assessore regionale Giuseppe Pan e al presidente della III Commissione Consiliare, Sergio Berlato, per chiedere che siano ripristinate le due giornate di caccia al colombaccio in preapertura. L’operazione è stata auspicata tramite una opportuna modifica del calendario venatorio 2016-2017. L’associazione venatoria è stata molto chiara a tal proposito.

Come reso noto in un comunicato ufficiale, questa caccia è una pratica ormai consolidata e ha caratterizzato gli ultimi cinque anni delle pianure venete. Il fatto che quest’anno si sia scelto di vietarla è di difficile spiegazione, anche perché “la scelta è priva di condivisibili giustificazioni”.

Sempre secondo Libera Caccia de Veneto, il cacciatore consapevole sa perfettamente che questa specie è in continuo aumento, senza dimenticare che il volatile non è localizzato solamente nei boschi provincia di Venezia, ma ha “conquistato” l’intera regione. Tra l’altro, i dati dell’associazione hanno fatto emergere un dato ulteriore. Il colombaccio è sottoposto da diversi anni a una importante e intensa pressione venatoria, ma l’incremento non si è fermato (come evidenziato anche dal Ministero delle Politiche Agricole).

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here