Lombardia, assessore Rolfi: “Nutrie e cinghiali vanno abbattuti”

L'assessore è convinto che nel giro di qualche anno si riuscirà a governare il problema anche grazie all’avvio di una filiera della carne.

0
Rolfi

Rolfi«Nutrie e cinghiali vanno abbattuti». Durante il forum con i redattori de La Provincia, moderato dal direttore Marco Bencivenga, l’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, Fabio Rolfi, non ha usato giri di parole affrontando il tema dei danni da fauna selvatica in agricoltura: «Ai cinghiali bisogna sparare, non c’è altra strada. La Lombardia ha un sistema normativo all’avanguardia che lo permette, tutto l’anno e H24. Sono convinto che nel giro di qualche anno riusciremo a governare il problema anche grazie all’avvio di una filiera della carne del cinghiale, cui stiamo lavorando. Cosa rispondo agli ambientalisti?

Che l’ambiente non si tutela facendo finta di nulla, ma governandolo. Questa è la vera attenzione ambientale. Per quanto riguarda le nutrie, invece, non ci sono possibilità di puntare su una filiera della carne. Dunque servono risorse per combatterle. Come Regione spendiamo dai 300 ai 500 mila euro all’anno per finanziare enti locali e volontari.

In questi anni abbiamo messo sul tavolo milioni di euro, ma non possiamo fare di più. Il livello nazionale non ci ha mai messo un euro». “Sì, i giovani si stanno riavvicinando all’agricoltura”. L’assessore di Regione Lombardia parla anche di fake news, nuova Pac e equiparazione del biodigestato a fertilizzante (La Provincia).

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here