Revocato il divieto di caccia in Veneto, uniche eccezioni il Bellunese e l’Alto Vicentino

Lo ha stabilito la Regione dopo aver verificato la situazione relativa al maltempo: il divieto nelle due zone rimarrà valido fino a domani.

0
Calendario venatorio del Lazio

Divieto di cacciaLa vicenda del maltempo in Veneto e della relativa decisione della Giunta Regionale di sospendere la caccia in questo territorio fino a domenica 4 novembre si arricchisce di nuovi “capitoli”. Con due decreti, recanti i numeri 141 e 142, siglati in data odierna, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha revocato il divieto temporaneo di caccia e di pesca dilettantistica sportiva per i giorni 3 e 4 novembre 2018.

Il divieto per la caccia rimane in vigore limitatamente all’intero territorio amministrativo della Provincia di Belluno ed alla porzione di territorio amministrativo della Provincia di Vicenza posti al di sopra del limite della Zona Faunistica delle Alpi, secondo la individuazione vigente, e come indicato dalla cartografia allegata al piano Faunistico Venatorio regionale 2007-2012. Il divieto relativo l’attività di Pesca dilettantistica e sportiva rimane in vigore anche il 3 e 4 novembre per il solo territorio della Provincia di Belluno.

Proprio nel corso delle ultime ore la sezione regionale della Federazione Italiana della Caccia si era rivolta al governatore Luca Zaia per concordare una possibile riapertura dell’attività venatoria dopo aver preso atto del ritorno alla normalità della situazione. Per le uniche due eccezioni si dovrà attendere ancora del tempo visti i danni registrati in queste zone della regione settentrionale.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here