A “Cartabianca” Mauro Corona propone i cacciatori come educatori nelle scuole

A Cartabianca Mauro Corona ha proposto di mandare nelle scuole elementari i cacciatori per educare i bambini alla vita nei boschi.

2
Mauro Corona

Mauro CoronaChe le sue parole avrebbero scatenato reazioni polemiche se ne era accorto anche lui in tempo reale. Infatti così è stato. A Cartabianca Mauro Corona ha proposto di mandare nelle scuole elementari i cacciatori per educare i bambini alla vita nei boschi. “Verrò linciato – ha premesso l’alpinista – ma sono anni che lo dico. Nelle scuole bisogna insegnare anche il contatto con la natura, perché può capitare di trovarsi in un bosco. E chi può insegnarlo? Il boscaiolo, il cacciatore, la guida alpina”.

A stimolare lo scrittore è stata Bianca Berlinguer, che ha trasmesso il video amatoriale dell’incontro ravvicinato tra un orso e un ragazzino. A far notizia è stata la reazione impassibile di quest’ultimo, che ha saputo mantenere il sangue freddo. “Quel bambino non è stato un genio improvvisato, sono stati i genitori ad educarlo”, ha insistito Corona.

Immediata la reazione dell’Ente Nazionale Protezione Animali, che ha seccamente rispedito al mittente l’idea: “Mauro Corona a Cartabianca lancia la proposta di portare i cacciatori a scuola per insegnare la ‘natura’ ai bambini. Proposta bocciata: chi è abituato a uccidere animali non ha niente da insegnare a nessuno” (Tvblog.it).

4.5/5 (154)

Valuta questo articolo!

2 COMMENTI

  1. L’ente nazionale protezione animali, prima di nominare un cacciatore dovrebbe pulirsi la bocca con l’amuchina. Mia figlia, che porto a caccia con me, rispetta ogni essere vivente sicuramente meglio di qualche pargolo anticaccia che ha visto l’asinello e il bue solo nel presepe. Bravo Corona.

  2. Credo che ogni persona munito di cervello, NON possa essere d’accordo di quanto sostenuto da Mauro Corona;
    solo chi conosce la natura e la sua evoluzione, il rispetto per questa, conosce bene gli animali ed il loro comportamento in natura; può insegnare ai bambini certe cose, gli animalisti ed ambientalisti da salotto assidui frequentatori di alcune trasmissioni televisive, NON credo proprio che possano insegnargli qualcosa?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here