A Rescaldina (MI) si pensa ai cacciatori per presidiare i boschi contro lo spaccio

Il candidato sindaco del comune lombardo ha parlato dell'importanza del mondo venatorio per risolvere il problema.

0
Rescaldina

RescaldinaLa campagna elettorale è entrata nel vivo e, oltre alle Elezioni Europee, il prossimo 26 maggio si voterà anche per diverse giunte comunali. Un esempio è quello di Rescaldina, 14mila abitanti in provincia di Milano. Maria Angela Franchi, candidato sindaco della Lega, ha appena presentato la propria squadra lanciando una proposto che riguarda da vicino il mondo venatorio. Secondo Franchi, infatti, i cacciatori del posto dovrebbero essere maggiormente coinvolti nel presidio dei boschi per sconfiggere la piaga dello spaccio di droga.

Per il candidato del Carroccio, sono proprio i cacciatori a conoscere a menadito le zone verdi e se ne possono prendere cura fornendo un servizio utile all’intera comunità. Franchi ritiene che le telecamere e i percorsi per biciclette non siano altrettanto utili per risolvere questo problema. In poche parole i boschi devono tornare fruibili e vivibili in tempi rapidi.

La candidata ha assicurato di essere in contatto con le associazioni venatorie, convinte che la pista ciclabile sia dannosa per l’area a causa dell’abbattimento di moltissimi alberi. Il mondo della caccia viene tirato in ballo spesso quando si avvicinano queste tornate elettorali, la speranza è che ci si ricordi di esso anche negli altri periodi dell’anno.

4.2/5 (10)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here