Brandl Bracke: il Segugio austriaco nero focato

3

Il Brandl-Bracke o Segugio austriaco nero focato è una razza molto popolare tra i cacciatori austriaci e tedeschi, essendo un cane molto robusto, disciplinato e con grandi capacità in ambito venatorio. Dotato di un fiuto eccezionale e di una grande resistenza alla fatica, il Segugio austriaco è considerato uno dei migliori cani da cerca.

Il Brandlbracke ovvero il Segugio Austriaco, prende il suo nome alle focature presenti sul mantello, in tedesco “Brand“, alle gambe, al petto, alla testa, e alle due macchie grandi e ben delimitate sopra gli occhi, le quali gli hanno valso il nomignolo di “Vieräugl“, ossia “Quattrocchi“. I cani nero focati erano molto ricercati un tempo, ma non è il colore che ha procurato al Brandlbracke la sua popolarità. L’origine del Brandlbracke è attribuire, con grande probabilità, al cosi detto “Segugio delle Alpi“ e all’antico “Segugio dei Celti“. L’imperatore austriaco Massimiliano I (1459 – 1519) era già noto per la sua predilezione di portare gli antenati del Brandlbracke a caccia di selvaggina maggiore, ma solo a metà XIX secolo iniziò la selezione mirata per creare un segugio austriaco puro. Il 1883 è stato l’anno della fissazione dello standard di razza, con la registrazione del primissimo esemplare nel libro genealogico austriaco. Nel suo Paese d’origine solo rappresentanti di razza che dimostrano ottime performance alle braccate vengono ammessi come riproduttori.

Con tali criteri molto severi gli allevatori austriaci cercano di conservare le altissime qualità venatorie del Brandlbracke. Selezionato nelle Alpi austriaci espressamente per la caccia in montagna questo cane, atletico e snello, con un altezza massima al garrese di 56 cm, si differenzia dalle altre razze per l’eccellente abilità di scalare e di saltare gli ostacoli naturali, nonché per il suo grande senso di orientamento.

 

In ambito venatorio ciò significa che il Brandlbracke può essere impiegato anche nei terreni montani più difficili.

Grazie al suo olfatto finissimo, alla pronunciata capacità di seguire la pista, alla notevole sicurezza che dimostra su di essa, alla buona voce sulla traccia ed alla predisposizione di attaccare un selvatico feroce, il Brandlbracke può essere usato come cane da cerca nella tradizionale caccia collettiva sul terreno ed, entro certi limiti, nell’acqua. Particolarmente idoneo alla caccia al cinghiale, il Brandlbracke si dimostra abile con la lepre e la volpe. Fra le caratteristiche principali della razza, prima dello sparo, vi è la caccia persistente: sicura e a gran voce sulla traccia della selvaggina, minore e maggiore. Dopo lo sparo, invece, il Segugio Austriaco spicca per il suo lavoro ordinato e meticoloso sulla pista di sangue, un compito per il quale dimostra la sua assiduità e la prontezza con cui sa affrontare anche il selvatico ferito alla fine della ricerca. Il Brandlbracke si dimostra abile anche sulla “traccia rossa”, una modalità nella quale alcuni esemplari vengono addestrati esclusivamente per portare a termine questo compito.

Il Brandlbracke non è un cane da muta bensì, decisamente, un lavoratore singolo, che ama lavorare in solitaria.

Lo “Spurlaut”, ossia il continuo dare voce sulla traccia calda com’è richiesto dal Brandlbracke, è un’ulteriore caratteristica di questa razza. A Differenza di altri segugi, quello austriaco non si stanca mai di rimanere in contatto con il proprio conduttore a distanze considerevoli, facendosi sentire incessantemente. Per la selvaggina la voce del cane da caccia è significativa, poiché la avverte sulla posizione del suo inseguitore; di conseguenza la preda uniforma il suo comportamento di fuga con il movimento del cane. Ciò in termini venatori sta a significare che il Brandlbracke caccia ad alta voce inquieta la selvaggina tenendola in movimento come desidera il cacciatore, senza indurla ad una fuga pazza. Il selvatico inseguito tende a ritornare al punto di partenza, in modo tale che il tiratore può abbattere la selvaggina davanti al cane senza dover lasciare l’appostamento. Tutti i segugisti esperti sono d’accordo nel considerare la traccia fredda notturna della lepre la più difficile per il segugio. In Austria sono tutti d’accordo che il Brandlbracke, anche per questo selvatico, venga considerato eccezionale anche come cane da pista: in questa modalità questa razza lavora differentemente rispetto ad altre, ossia insegue la traccia del selvatico ferito, trattenuto dal conduttore alla lunga e col naso per terra.

Nelle riserve silvestri il segugio austriaco viene impiegato prevalentemente nella ricerca e nel recupero degli ungulati, siano essi caprioli, cervi, mufloni, daini o cinghiali.

Oltre alle caratteristiche venatorie della razza sopra citate, il segugio austriaco si distingue per la robustezza ed una certa resistenza al dolore, sicurezza di sé stesso e la disponibilità di difendere la sua preda. Nei confronti dell’uomo, invece, il Segugio Austriaco è dolce, molto affettuoso e cerca il contatto stretto con la sua famiglia umana. Al fine di ottenere un cane equilibrato, il segugio austriaco necessita di muoversi liberamente, ossia di correre e di giocare insieme al padrone, anche sotto forma di addestramento o allenamento. In particolare, l’addestramento del Brandlbracke deve avvenire in modo equilibrato e paziente, poiché non gradisce nervosismi da parte dell’addestratore. Al pari di tutte le altre razze austriache, anche il Brandlbracke dovrebbe essere utilizzato solo da cacciatori e/o guardie forestali, due categorie in grado di ottimizzare al meglio le capacità di questa razza. Per questo motivo viene fortemente sconsigliata la solo destinazione di cane da compagnia.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

3 COMMENTI

  1. BUON GIORNO. MI CHIAMO ZAMBANO QUINTO CERCO UN ALLEVAMENTO DI CANI SEGUGI BRANDL BRACKE.
    SE FOSTE COSI’ GENTILI DI INDICARMI UN ALLEVAMENTO IN ITALIA MI FARESTE UNA GRANDE CORTESIA.
    IO SONO IN FRIULI IN PROVINCIA DI UDINE.
    CORDIALI SALUTI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here