Brescia, viola i divieti del coronavirus e va a pulire il capanno da caccia: denunciato

Nel bruciare le sterpaglie causa anche un incendio. Denunciato e multato un 47enne. E’ successo sul monte Ladino, oltre a ricevere una multa di 400 euro.

0
Coronavirus

CoronavirusNel bruciare le sterpaglie causa anche un incendio. Denunciato e multato un 47enne. E’ successo sul monte Ladino, oltre a ricevere una multa di 400 euro per violazione dell’obbligo di restare a casa è stato anche denunciato per incendio boschivo ed ora rischia 5 anni di reclusione. Ha deciso di violare i divieti imposti per il contenimento del coronavirus per andare a sistemare il capanno di caccia nel bosco. Ma non solo, ha anche deciso di violare il divieto di accendere fuochi a causa del forte rischio di incendi.

Ed è così che un 47enne è stato sorpreso sul monte Ladino, nella zona di Valtrompia che stava dando alle fiamme erbacce, foglie e rami. Il rogo, ad un certo punto, però, non è più riuscito a controllarlo ed è finito per far scoppiare un vero e proprio incendio che ha mandato in cenere circa 2 ettari di bosco.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco della zona e i carabinieri forestali che hanno trovato il 47enne. L’uomo ha ricevuto una multa di 400 euro per violazione dell’obbligo di restare a casa ma è stato anche denunciato per incendio boschivo ed ora rischia 5 anni di reclusione (Italcaccia).

3.5/5 (4)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here