Caccia al cinghiale in Abruzzo, anche l’ATC Vastese chiede la sospensione

Dopo gli Ambiti Vomano e Salinello, è stata protocollata una nuova richiesta formale di bloccare il selecontrollo regionale.

0
Caccia di selezione al cinghiale

Caccia al cinghiale in AbruzzoOltre agli ATC Vomano e Salinello, anche l’Ambito Territoriale di Caccia Vastese ha deciso di chiede la sospensione della caccia di selezione al cinghiale. Gli Ambiti hanno deciso di schierarsi contro la Regione Abruzzo e ora sono in tre ad aver ufficializzato la richiesta di blocco dell’attività venatoria fino al 19 luglio. Non si tratta di una semplice data, ma del giorno in cui il Tribunale Amministrativo Regionale si esprimerà su questa delibera regionale che non piace ai cacciatori teramani e chietini.

Gli abbattimenti riguardano tutto il territorio abruzzese e sono gestiti dalla Polizia Provinciale e da alcuni selecontrollori. Gli Ambiti Territoriali di Caccia hanno avuto inizialmente la possibilità di gestire tutto, ma la delibera li ha poi esclusi, limitando il loro operato alla prevenzione dei danni alle colture. I tre ATC sono convinti del fatto che queste operazioni non siano corredate da censimenti e piani di prelievo, di conseguenza l’unica soluzione è la sospensione.

In poche parole, gli Ambiti e la Polizia Provinciale sono ai ferri corti, le opinioni sono divise e c’è chi teme i rischi di un blocco del selecontrollo in tutto l’Abruzzo. Bisognerà attendere ancora due settimane prima di capire cosa decideranno i giudici amministrativi.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here