Caccia al fagiano in collina..

Caccia al fagiano. Il selvatico in collina bisogna guadagnarselo. Che poi vien da dire che il selvatico bisogna guadagnarselo ovunque, ma la caccia in collina è una caccia particolare.

0
Caccia al fagiano
Caccia al fagiano
Un fagiano immortalato tra le colline senesi mentre pedina sospettoso.

Il selvatico in collina bisogna guadagnarselo. Che poi vien da dire che il selvatico bisogna guadagnarselo ovunque, ma la caccia in collina è una caccia particolare. Sono le stagioni, il selvatico e il terreno a fare la differenza. Tutti questi elementi riescono infatti a portare avanti una sorta di selezione che vale per uomini e cani.

Il fagiano collinare

Il fagiano in collina non sai mai dove lo puoi trovare. La collina non è come la pianura: qui il fagiano ha molte più possibilità e ripari naturali che rendono davvero difficile la vita del cacciatore. Si allontana con meno timore dalle zone che in pianura sono dette di sicurezza e la possibilità di trovare pasture selvatiche un po’ ovunque lo rende davvero imprevedibile. Ci sono more, locuste, chiocciole, vermi che lo portano a spostarsi con un’ampiezza di raggio sorprendete.

I ripari che gli offre la collina sono un elemento da non sottovalutare: in questo variegato habitat il fagiano può spostarsi senza dover rinunciare alla sicurezza: può volare fra i roveti, proteggersi nelle macchie, e nascondersi fra i ginestreti, tanto per fare qualche esempio. Tutta questa vegetazione offre una importante copertura alle mosse spesso audaci del pennuto. Certo bisogna sempre dare uno sguardo al retro della medaglia: la vegetazione protegge il fagiano dalla canna del cacciatore, ma non certo dall’astuzia della volpe. Ma tant’è: questo è il prezzo che si deve pagare in collina.

Caccia al fagiano in collina
Cacciatore impegnato in una battuta di caccia al fagiano in collina mentre osserva l’attenta azione tra il folto della vegetazione dei suoi cani da ferma.

Inoltre non tutti i mali vengono per nuocere al cacciatore: è vero che le coperture naturali proteggono maggiormente il selvatico, ma è anche vero che lo rendono più sicuro. Questo lo porta a tenere per maggiore tempo la ferma, un errore che può rivelarsi fatale; il cacciatore preparato, che si trova nel posto giusto al momento giusto ha l’occasione di cimentarsi in un tiro da manuale. Tutto questo è vero per l’inizio della stagione, poi le cose cambiano già dalla seconda metà, ma di questo parliamo fra un attimo.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here