Cacciatori aggrediti nei pressi del Padule di Fucecchio, insulti e richiami vivi liberati

La denuncia è stata fatta dal consigliere regionale Roberto Salvini: gli episodi sarebbero due, entrambi avvenuti di domenica.

0
Padule

Padule di FucecchioIn base a quanto denunciato da Roberto Salvini, consigliere della Lega in Regione Toscana, alcuni cacciatori sono stati oggetto di intimidazione da parte di alcune persone incappucciate nella zona del Padule di Fucecchio. Non è la prima volta che si verifica una cosa del genere in territorio toscano, con particolare riferimento allo stesso Padule. I soggetti hanno liberato i richiami vivi, un fatto considerato molto grave da Salvini, secondo cui non bisogna minimizzare nulla.

Ecco perchè verrà presentata un’apposita interrogazione. I cacciatori hanno confermato l’episodio, come anche si può evincere la stessa cosa leggendo i resoconti dei Carabinieri del posto. I fatti sarebbero addirittura due, entrambi avvenuti la scorsa domenica. La zona precisa è quella della Fattoria Settepassi, nel territorio comunale di Ponte Buggianese. I richiami sono quelli che uno dei cacciatori rimasti coinvolti aveva portato con sè al capanno.

Gli aggressori si sono auto-definiti “appartenenti a un gruppo di protezione della fauna selvatica”. Per il momento non sembrano esserci denunce, ma la situazione è destinata a evolversi nelle prossime ore. Il secondo caso è stato caratterizzato da una presenza più numerosa di aggressori che avrebbero interrotto la caccia e insultato pesantemente tre cacciatori.

5/5 (3)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here