Cacciatori friulani e sloveni a confronto per capire come gestire il cervo

Il convegno si svolgerà il prossimo 12 maggio e coinvolgerà esperti e studiosi dell'argomento per migliorare le tecniche.

0
Cacciatori friulani e sloveni

Cacciatori friulani e sloveniLa sezione provinciale della Venezia Giulia della Federcaccia, il Društvo Slovenskih Lovcev “Doberdob” (Associazione dei Cacciatori Sloveni) e l’UNCZA (Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi) hanno organizzato un convegno transnazionale dedicato al cervo. Il titolo dell’evento, in programma a Sgonico (Trieste) il prossimo 12 maggio sarà “Cervo: una nuova realtà sul Carso – Esperienze di gestione a confronto”. La presenza dell’ungulato in questa zona è una realtà da qualche anno e quindi l’argomento deve essere approfondito con cura.

Al convegno prenderanno parte studiosi, esperti di gestione faunistico-venatoria, provenienti dal Friuli, dal Trentino e dalla Slovenia, senza dimenticare i rappresentanti del settore agricolo. Nel corso della giornata sarà anche possibile ascoltare i brani cantati dalla Corale dei Cacciatori Sloveni, oltre agli imitatori provenienti dalla nazione balcanica che riprodurranno il bramito del cervo grazie alla loro incredibile abilità. Dario Colombi si occuperà proprio della gestione faunistico-venatoria dell’animale in territorio friulano, mentre Andrej Sila parlerà dello stesso argomento in relazione alla Slovenia.

Si parlerà poi della conservazione per cacciare con i risultati del primo decennio di gestione delegata del cervo nel Distretto Adige Sinistra, oltre ai trofei di caccia in territorio friulano. Le relazioni, infine, riguarderanno la stima delle età degli esemplari prelevati, la valutazione dei trofei, le principali patologie prima delle considerazioni conclusive.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here