Convegno inaugurale all’HIT Show dedicato agli italiani e alle armi

Il primo dibattito dell'edizione 2016 ha visto coinvolti docenti e penalisti: a conclusione degli interventi verranno assegnati i premi di laurea di ANPAM e Fiera di Vicenza.

0
HIT Show

HIT ShowL’edizione 2016 dell’HIT Show di Vicenza è cominciata ufficialmente oggi e uno dei momenti inaugurali è stato il convegno che si è svolto questa mattina, intitolato “Gli italiani e le armi. Cultura, tradizione, diritto e informazione”. Il dibattito è stato curato da Fiera di Vicenza e dall’ANPAM (Nazionale Produttori Armi e Munizioni Sportive e Civili). Dopo i saluti istituzionali di Matteo Marzotto, numero uno di Fiera di Vicenza Spa, e Stefano Fiocchi, presidente dell’ANPAM, sono intervenuti diversi relatori. Si tratta di Paolo De Nardis, ordinario di Sociologia Generale all’Università La Sapienza di Roma, Francesco Volpe (ordinario di Diritto Amministrativo a Padova), Nico D’Ascola (senatore e ordinario di Diritto Penale a Reggio Calabria), il senatore Luciano Rossi e Claudio Lo Curto (avvocato generale della Procura della Repubblica di Sassari).

A moderare il tutto ci ha pensato Simone Spetia, conduttore di Radio 24. L’argomento è molto sentito per quel che riguarda l’HIT Show come ben testimoniato dalla presenza del Comitato Direttiva 477. Il dibattito si è svolto dalle 9:30 alle 11, ma non meno interessanti sono stati i momenti successivi alla sua conclusione. Si è deciso infatti di sfruttare l’inizio della Fiera per assegnare i premi di laurea che sono stati istituiti dall’ANPAM e dalla Fiera di Vicenza, intitolati alla memoria del dottor Vito Genco.

Si sta parlando di quattro premi riservati alle tesi di laurea relative a un argomento ben preciso, vale a dire le armi, gli esplosivi e le munizioni per il mercato civile. L’associazione e la spa hanno ammesso alla selezione finale studenti laureati in corsi magistrali delle facoltà di Ingegneria, Economia, Chimica e Giurisprudenza. Le quattro tesi riconosciute come migliori garantiranno agli autori una borsa di studio da 2mila euro, senza dimenticare l’importante possibilità di svolgere un tirocinio formativo in una delle aziende che sono associate all’ANPAM.

Il compito di giudicare lo ha ricevuto una commissione composta da docenti di alcune università italiane e da rappresentanti esperti delle aziende associate (il risultato finale sarà insindacabile). Ogni premio riguarderà una materia (ogni materia corrisponde alle facoltà che sono state appena elencate) e nel caso di lavori realizzati da più autori, l’importo del premio verrà suddiviso in parti uguali. Si è dunque cominciato con grande entusiasmo e con riconoscimenti prestigiosi, ovviamente anche gli altri due giorni dell’HIT Show vicentino promettono molto e appassionati ed esperti non avranno che l’imbarazzo della scelta. Non resta dunque che attendere lo svolgimento della fiera e aggiornare i suoi principali contenuti.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here