Cuneo e Torino, la sospensione della caccia proseguirà anche dopo il 30 novembre

La decisione è stata presa dalla Giunta Regionale, rivedendo la delibera pubblicata dopo il diffondersi dei roghi boschivi.

0
Sospensione della caccia

Sospensione della cacciaLa Giunta Regionale del Piemonte ha deliberato oggi, venerdì 17 novembre 2017, di estendere in via precauzionale la sospensione della caccia oltre il 30 novembre. Il provvedimento rimarrà valido fino a quando non saranno stati definiti formalmente i perimetri oppure salvo diversa destinazione del territorio da parte della Provincia. Per quel che riguarda la provincia di Cuneo, bisogna prendere in considerazione il Comprensorio Alpino “Valle Varaita” (Comuni di Bellino, Casteldelfino e Pontechianale).

Riguardo al Comprensorio “Valle Stura”, per la precisione il settore Sambuco-Pietraporzio, si è deciso di inglobare tutto l’abitato di Pontebernardo, seguendo la Strada Statale 21 verso Est. I perimetri devono essere riconsiderati anche in relazione al settore Fedio-San Maurizio-Trinità dello stesso Comprensorio “Valle Stura”. Nel Torinese, invece, il territorio è quello dei comuni di Bussoleno, Caprie, Cumiana, Giaveno, Locana, Mompantero, Novalesa, Perrero, Ribordone, Roure, Rubiana, Sparone, Traversella, Pramollo, Chianocco, Venaus, Susa, Vistrorio, Rueglio,Cantalupa e Frossasco limitatamente ai territori ricadenti nella zona alpi di cui ai comprensori alpini interessati (CATO1,CATO3,CATO5).

L’attività cinofila deve essere considerata sospesa nelle aree appena elencate. La deliberazione sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte ed entrerà in vigore dal giorno successivo all’approvazione da parte della Giunta Regionale.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here