Dall’Unione Europea uno spiraglio per i richiami vivi degli anatidi

Ne ha parlato l'ACMA, settoriale della Federcaccia: l'argomento sta tenendo col fiato sospeso da alcune settimane.

0
Richiami vivi

Richiami viviL’ACMA-FIDC ha incontrato ieri, venerdì 20 luglio 2018, i responsabili dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie per un aggiornamento sull’utilizzo dei richiami vivi nella caccia agli acquatici, in vista della prossima stagione. A breve dovrebbe essere pubblicata la nuova decisione UE in merito, poichè la precedente era scaduta alla fine di giugno, che sembra non preveda il divieto generalizzato dell’uso dei richiami vivi, e dia mandato agli Stati Membri UE di agire singolarmente nella gestione di possibili nuovi focolai di aviaria.

Tra le varie misure indicate vi è comunque ancora la sospensione dell’uso dei richiami in aree ad alto rischio, fatto salvo che il loro utilizzo non sia parte di un programma di monitoraggio e studio sull’influenza aviaria, che gli Stati Membri sono tenuti ad adottare. Non è quindi più previsto un divieto preventivo per cui, per poter utilizzare i richiami, era necessaria una deroga ma ne viene consentito l’utilizzo, “..in dipendenza della valutazione epidemiologica…”.

Per questi motivi la FIDC e l’ACMA si attiveranno presso il Ministero della Salute, perché i richiami vivi e il mondo dei cacciatori siano parte attiva nel programma di monitoraggio, e nel contempo sia stilato un protocollo d’intervento nel caso di focolai, che individui zone di protezione e sorveglianza più contenute e con un limite temporale all’emergenza. Grazie a questa nuova e più favorevole apertura dall’Unione Europea, anche a seguito della constatazione che i richiami non sono primario rischio virale, è necessario attivarsi perché in Italia siano adottati provvedimenti che non penalizzino i cacciatori di acquatici come accaduto in passato e nello stesso tempo diano sicurezza e tranquillità alla salute e all’economia avicola.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here