FIDC, presentato il “Progetto Scuola” delle cacciatrici marchigiane

Il progetto prevede il coinvolgimento delle scuole con delle lezioni in classe, tenute da un tecnico faunistico.

0
Cacciatrici

CacciatriciIn occasione di una gara cinofila che si è svolta presso il “campo di addestramento cani Sangiustese”, gestito in modo esemplare dalla sezione Federcaccia di Monte San Giusto, è stato presentato il “ PROGETTO SCUOLA” da parte delle cacciatrici FIdC Marche, che sono parte integrante del coordinamento nazionale cacciatrici Federcaccia. Per l’occasione erano presenti Federica, Fabiola ed Elisa che hanno illustrato il progetto che prevede il coinvolgimento delle scuole con delle lezioni in classe, tenute da un tecnico faunistico che porterà a conoscenza gli alunni delle varie specie acquatiche presenti sul nostro territorio e delle loro caratteristiche.

Seguirà poi una visita guidata, nei mesi di marzo e aprile, ad alcuni laghetti artificiali gestiti da cacciatori; un esempio di zone umide nella provincia di Macerata dove, grazie al lavoro costante di pulizia e controllo del livello dell’acqua, è possibile osservare tanti palmipedi e trampolieri nel periodo di risalita verso i luoghi di nidificazione, che trovano in questi luoghi degli habitat idonei alla sosta. Nonostante la forte antropizzazione sarà possibile osservare tante specie come: marzaiole, alzavole, beccaccini, combattenti, pettegole, cavalieri d’Italia, corrieri, piro piro.

Specie che spesso pensiamo tanto lontane dai nostri luoghi e che invece sono presenti sul nostro territorio e vicino alle nostre abitazioni. La presentazione del progetto ha messo in risalto la sensibilità femminile nel modo di vivere il rapporto con la natura e l’ambiente e che le donne federcacciatrici intendono sempre più diffondere tra i giovani. Presente a questo momento anche il presidente provinciale FIdC Macerata, Nazzareno Galassi che ha dato la piena disponibilità per la realizzazione del progetto.

1.89/5 (18)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here