Frullino e Combattente cacciabili in lombardia grazie ad ACME e FIDC

0

Dopo non meno di 20 anni in Lombardia si tornerà a cacciare, anche se con forti limitazioni, combattente e frullino

Per questo risultato si deve ringraziare l’impegno e la tenacia dell’Acma-Fidc soprattutto nella persona del Dottor Michele Sorrenti, che a loro volta ringraziano quello che definiscono “l’artefice” di questa vittoria: Vanni Ligasacchi, che nell’ultimo anno del suo mandato di Consigliere Regionale ha fatto approvare una modifica alla legge di Calendario, che ha di fatto impedito alla Direzione Agricoltura di emanare provvedimenti di divieto totale di caccia per specie regolarmente cacciabili”

 

I tentativi fatti nel corso degli anni per trovare una soluzione soddisfacente erano infatti fino ad ora caduti nel vuoto anche a fronte di una situazione che avrebbe consentito tranquillamente il prelievo delle due specie. “Incredibilmente – afferma il dottor Sorrenti – quando la regione Toscana reinseriva la specie Combattente (già dal 2002), quando nuovi dati disponibili ed aggiornati al 2008 riguardanti i siti di svernamento davano risultati confortanti sulla demografia della specie, quando proponevamo di cacciarlo solo per gli appostamenti fissi il risultato era sempre di diniego”

“Ancora più sconcertante la situazione per il frullino… cacciabile in quasi tutte le regioni italiane, una pubblicazione scientifica del 2006 ed un’altra del 2009 definiscono la specie stabile…. niente, sempre divieto totale di caccia in regione Lombardia.
Ma adesso è finalmente cambiata la situazione, chi la dura la vince, le due specie saranno cacciabili nella stagione 2010-2011, anche se la Direzione Agricoltura ha consentito la caccia solo nei primi 15 giorni di ottobre!
Non siamo quindi soddisfatti – conclude Sorrenti – però il vento è cambiato e le battaglie dell’ACMA-FIDC trovano ancora un successo”.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaccia da Capanno
Articolo successivoL’otite del cane: sintomi e cure.
Meloni Pierfilippo
Giornalista pubblicista e fondatore di Caccia Passione. Correva l'anno 2002 quando diedi vita al portale internet, mettendo a frutto tre grandi passioni, quella in lettere moderne, l'altra per l'informatica e altresì per l'attività venatoria. Negli anni Caccia Passione è divenuto Testata giornalistica ove oggi scrivono le migliori "Penne" giornalistiche d'Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here