I cacciatori abruzzesi stanno ancora aspettando l’approvazione del calendario venatorio

La Regione Abruzzo, unica in Italia, deve ancora approvare il calendario venatorio, a meno di un mese dall’apertura generale.

0
Abruzzo

CalendarioLa Regione Abruzzo, unica in Italia, deve ancora approvare il calendario venatorio. A meno di un mese dall’apertura generale i cacciatori abruzzesi sono ancora nel limbo aspettando di sapere a quali specie e con quali tempistiche potremo andare a caccia nella prossima stagione. Tutto questo è in accettabile, soprattutto in un’annata come questa in cui bastava già il Covid da solo a mettere in ansia i praticanti l’attività venatoria.

La caccia aprirà come sempre? La beccaccia sarà cacciabile fino a fine stagione? La stagione sarà di nuovo messa a rischio dai ricorsi al TAR degli animalisti? Avremo la preapertura si o no? In caso affermativo a quali specie? Perché non è stato ancora approvato il piano faunistico venatorio? A queste domande l’Arci Caccia Abruzzo chiede risposte, perché non è tollerabile che ai cacciatori sia richiesto di rinnovare il porto d’armi e pagare gli ATC senza avere nessuna certezza sulla stagione ormai imminente.

Di certo c’è solo che alcuni ATC hanno fortemente incrementato le quote di iscrizione e che i cacciatori di quelle zone oltre al danno dovranno subire anche la beffa… Queste le dichiarazioni del Presidente Regionale di Arci Caccia Abruzzo Massimiliano Di Luca.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here