I cacciatori sardi sono pronti a scendere in piazza per manifestare

L'assemblea di Monastir (Cagliari) è servita a fare il punto sulle azioni legali contro la Regione: il malcontento è forte anche tra gli armieri.

0
Caccia alla lepre

Cacciatori sardiSono stati circa un centinaio i cacciatori sardi che si sono riuniti a Monastir, in provincia di Cagliari: a presenziare l’assemblea è stato Marco Efisio Pisanu, numero uno dell’associazione Caccia Pesca Ambiente. Si è parlato inevitabilmente della recente sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Sardegna che ha vietato il prelievo venatorio di lepri e pernici. In particolare, sono state illustrate nel dettaglio le azioni legali che dovranno essere intraprese contro la Regione.

I cacciatori sono letteralmente infuriati e lo stesso Pisanu ha parlato di una vera e propria “battaglia”: la conseguenza inevitabile sarà una manifestazione di piazza, senza dimenticare che il settore armiero è scontento della situazione attuale ed è pronto a chiedere i danni. CPA Sardegna ha già provveduto a inviare una nota a Donatella Spano, assessore regionale alla Difesa dell’Ambiente.

Tra l’altro, all’assemblea era presente anche Modesto Fenu, ex consigliere regionale, secondo cui la chiusura della caccia è arrivata dopo che la Regione ha evitato di fare ripopolamenti. Infine, Fenu ha parlato di “caccia ghettizzata” e del ruolo dei cacciatori nell’ambito della custodia dell’ambiente che è stato ormai dimenticato.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here